Lunedì 14/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Vie del Cinema: presentata a Roma la decima edizione, tra gli ospiti di quest'anno Giuliano Gemma, Gabriele Ferzetti e Valeria Moriconi
Le vie del cinema compiono dieci anni. La rassegna diretta dal grande Giuliano Montaldo e da Alberto Crespi, prenderà il via il 6 luglio e si protrarrà fino all’11 dello stesso mese, presso il Parco comunale di Narni Scalo. Ieri mattina si è tenuta la conferenza stampa a Roma, nella caratteristica cornice del piccolo teatro “L’arciliuto”, in un clima quasi familiare e in un’atmosfera, tutt’altro che formale. Più che una conferenza stampa possiamo parlare di una piacevole chiacchierata di cinema tra appassionati. Di fronte ad una platea di giornalisti esperti del settore cinematografico, sono intervenuti, infatti, Giuliano Montaldo, Alberto Crespi, l’attore Giuliano Gemma, il presidente del Centro sperimentale di cinematografia, Gabriele Antinolfi e naturalmente il sindaco di Narni. Stefano Bigaroni. Il sindaco ha ancora una volta sottolineato l’impegno dell’amministrazione nella promozione del restauro del film. Proprio per questo il direttore Giuliano Montaldo ha speso parole di grande elogio per Narni, considerata “una delle poche città a dedicare così tanto al cinema italiano”. “La prima volta che sono venuto alle Vie del cinema – racconta Montaldo – sono rimasto positivamente sorpreso dal fatto che nella zona in cui si teneva la rassegna, tutte le vie e le piazze erano appunto chiamate con i nomi dei più grandi attori e registi della cinematografia italiana. Narni – continua Montaldo – è stata molto importante per promuovere il restauro dei film e continua ad essere un grande punto di riferimento per tutti noi grandi appassionati”. La decima edizione della rassegna sarà un omaggio ai grandi autori “dimenticati” del cinema italiano: “Occorre precisare, però – spiega Alberto Crespi – cosa intendiamo per dimenticati. Stiamo parlando comunque di artisti del calibro di Florestano Vancini, Valerio Zurlini, Elio Petri, Nanni Loy, Mauro Bolognini e Pietro Germi. Nomi tutt’altro che ignoti agli storici e probabilmente anche al pubblico, “dimenticati” però nel senso di invisibili in televisione, al cinema e nelle ricche offerte del mercato del Dvd. Omaggiarli significa – continua Crespi – continuare la filosofia del festival di Narni, che negli anni ha proposto una riscoperta del cinema italiano, popolare e d’autore”. Grande curiosità ruota attorno al film che verrà proposto il 9 luglio, Il deserto dei tartari, di Valerio Zurlini che annovera tra i protagonisti il grande Giuliano Gemma. L’attore sarà a Narni in occasione della proiezione della pellicola, il 9 luglio. Anche Gemma ha elogiato l’amministrazione narnese per il grande lavoro svolto negli ultimi anni e ha aperto un interessante dibattito sul restauro del genere cinematografico che lo ha visto come indiscusso protagonista negli anni settanta, il western all’italiana. Sull’argomento è intervenuto anche Gabriele Antinolfi del centro sperimentale, "Gran parte delle pellicole – ha detto – sono restaurate dal nostro centro sperimentale o su finanziamento di alcune amministrazioni comunali che sono state sensibilizzate in questi anni, proprio grazie all’esempio narnese”. Tanto per avere un’idea del valore della rassegna, ogni film restaurato vale in media centomila euro. L’organizzazione della rassegna viene informata annualmente dei film restaurati dal centro sperimentale di cinematografia e poi sceglie in base a qualche criterio, quali proporre al pubblico. L’appuntamento è fissato per il 6 luglio alle 21 con “A ciascuno il suo” di Elio Petri. La rassegna proseguirà con “In nome della legge” di Pietro Germi, “Bronte, cronache di un massacro” di Florestano Vancini, l’atteso “Il deserto dei tartari” di Valerio Zurlino, “Le quattro giornate di Napoli” di Nanni Loy, per chiudere con “Guardia, guardia scelta, brigadiere e maresciallo” di Mauro Bolognini. Tra gli ospiti. Florestano Vancini, l’8 luglio, Giuliano Gemma il 9 e l’11 Valeria Moriconi. Le serate del 6, 7 e del 10 luglio saranno animate dai cabarettisti Marco Mazzocca e Max Paiella, Stefano Vigilante, gli Scontrino alla cassa.

2/7/2004 ore 4:35
Torna su