Lunedì 21/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:16
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Viabilità: nuovi autovelox a Tre Ponti, il Comune li attiverà nei prossimi giorni
Autovelox con sorpresa. Che potrebbero contenere il congegno in grado di rilevare la velocità e di fotografare gli eventuali trasgressori, come pure potrebbero essere “vuoti”. Un sistema che il Comune di Narni aveva già posto in uso lungo la Capitonese e che da qualche giorno ha riproposto lungo strada di Tre Ponti, una delle arterie più pericolose del territorio, dove gli automobilisti sono soliti affondare il loro piede sull’acceleratore. L’idea di installare questo tipo di impianti, dai colori sgargianti (arancio, con barre gialle e scritte nere e rosse su fondo bianco), è venuta agli amministratori narnesi il cui scopo non vuole essere tanto quello di sanzionare chi non rispetta i limiti di velocità, quanto quello di informare gli automobilisti, educandoli a dei comportamenti adeguati al rispetto delle norme previste dal Codice della Strada. Sono quattro gli autovelox installati a Tre Ponti: due per ogni senso di marcia, in modo tale che il primo box serve a far rallentare gli automobilisti ed il secondo a costringerli a mantenere una velocità moderata. Gli impianti sono stati installati da alcuni giorni ed all’inizio tutti, indistintamente, hanno attraversato in su ed in giù il lungo nastro d’asfalto a velocità ben al di sotto dei 50 orari previsti dalla segnaletica; poi deve essersi sparsa la voce che dentro a quei box arancioni non c’è ancora alcun impianto di rilevazione e la gente ha ripreso a correre. “La cuccagna durerà poco – assicura l’assessore alla Viabilità ed alla Polizia Municipale Roberta Isidori -, perché a breve doteremo tutte le colonnine dei congegni necessari per poter attivare all’occorrenza l’occhio di ogni impianto del relativo sistema fotografico. Poi in futuro, a rotazione, decideremo di volta in volta quali autovelox rendere ‘attivi’ e quali no”. L’assessore comunica anche che nei prossimi giorni verrà installato un opportuno impianto segnaletico che avrà lo scopo di informare gli automobilisti circa la presenza degli autovelox. Una volta fatto questo le colonnine diventeranno a tutti gli effetti operative e ognuna di esse potrebbe nascondere il “pericolo” per gli automobilisti. Il Comune annuncia provvedimenti analoghi per altre strade del territorio. Alcune colonnine verranno presto montate lungo la Flaminia nella zona di Testaccio, altre tra Ponte Aia e Berardozzo, altre ancora a Stifone. “Per queste strade – spiega l’assessore Isidori – dobbiamo aspettare il nulla osta degli enti proprietari (Anas e Provincia n.d.r.), prima di poter installare gli impianti, ma contiamo di essere operativi nel giro di poche settimane”. L’assessore ci tiene a ribadire che “la decisione di installare così tanti autovelox sulle strade del nostro territorio non deve essere letta come un intervento massiccio che tende a fare cassa a discapito degli automobilisti e quindi dei nostri concittadini. Piuttosto fa parte di un progetto educativo sul quale puntiamo molto per fare in modo che gli utenti della strada, tutti, nessuno escluso, raggiungano un grado di responsabilizzazione che consenta loro di rispettare alla lettera i segnali stradali, in modo particolare quelli che invitano a ridurre la velocità nei centri abitati e nelle tante strade ad alto rischio che attraversano il nostro territorio”.




13/8/2010 ore 0:49
Torna su