Martedì 22/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:40
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Verso le elezioni: Paolo Onofri (Lista Narni) spiega le ragioni per le quali ha deciso di tornare in politica e di candidarsi nelle fila dell'Ulivo
Paolo Onofri torna ad occuparsi attivamente di politica. Il noto medico narnese era uscito di scena nel 2003, quando era assessore al Turismo, ritenendo inconciliabili i suoi impegni di lavoro con quelli riguardanti l’incarico che gli era stato assegnato. A distanza di quattro anni Onofri ha deciso di rientrare, candidandosi, quale unico rappresentante della Lista Narni, nel gruppo dell’Ulivo, a sostegno della candidatura bis di Stefano Bigaroni. “La nostra è scelta matura – spiega Onofri, a nome di ‘Lista Narni’ - è consapevole di chi ha fatto esperienza di Lista civica, sia all’opposizione sia al governo della città, di chi conosce il malessere che ancora oggi si avverte di fronte ad una democrazia partecipativa non compiutamente realizzata, a cominciare dalla mancata alternanza di governo. Mancata alternanza che generò la nascita della Lista civica “Il Ponte” nel 1994. Il nostro solo obiettivo è operare al servizio di Narni, per migliorarla e non per dar sfogo al disagio, che ognuno di noi prova quando non riesce a vedere concretizzate le soluzioni ai problemi del territorio. Il nostro intento è di rappresentare, all’interno della coalizione, la coscienza critica e di migliorare le opportunità e la qualità della vita di chi vive, lavora e visita la nostra città. Chiediamo altresì attenzione e sensibilità per i segnali di ripresa e cambiamento che a questa Amministrazione vanno oggettivamente attribuiti. Azioni e percorsi che hanno portato Narni fuori da una connotazione circoscritta al solo ambito locale, fra tutti l’insediamento della nuova facoltà universitaria. Proprio nel momento in cui importanti forze politiche storiche accettano di mettere in discussione programmi e obiettivi, appare del tutto strumentale attribuire a questa Amministrazione tutti gli aspetti negativi: quali la crisi del lavoro, la difficoltà di rispondere a una scomposta espansione urbanistica, le disfunzioni di alcuni servizi. In questo contesto – conclude Onofri - invito ognuno a fare la propria parte, convinto che nei prossimi anni ci saranno importati occasioni di lavoro. Occasioni per un’imprenditoria vivace. Occasioni per dimostrare che un progetto intelligente ha già in se l’attenzione per il clima e per l’ambiente. Occasioni di mettere insieme le risorse e le idee di territori vicini con un intelligente rispetto per le proprie vocazioni. Per raggiungere questi obiettivi, l’elettorato è chiamato ad esprimersi più con l’”intelletto” che con il rancore, senza anteporre gli interessi privati a quelli della comunità. La mia candidatura e il nostro sostegno al candidato a Sindaco Bigaroni, vuole essere un invito alla comunità narnese a partecipare alla costruzione della Narni che tutti auspichiamo. Agli elettori deve essere però chiaro, che sarà la forza che riceverò dai voti a dimensionare il peso delle mie idee all’interno della coalizione”.
10/5/2007 ore 15:31
Torna su