Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:31
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Verso le elezioni: Chiara Gobbi Pdl critica asparamento l'operato dell'amministrazione uscente
Una critica a tutto tondo, quella di Chiara Gobbi, candidata del Pdl, nei cofronti degli amministratori uscenti. "Sono appena passati 6 anni - dice - dall’inaugurazione, avvenuta dopo lavori di radicale ammodernamento costati circa 150mila euro ed il Comune ha già deciso di rimettere mano a quei giardini. Per un 'rifacimento straordinario' partito da qualche settimana e terminato pochi giorni fa, sborserà 12.600 euro. Soldi pubblici per coprire le insufficienze e gli errori passati di singoli amministratori. Questo è solo un altro esempio della mentalità e delle modalità con cui questi signori amministrano le risorse pubbliche ( ce ne sarebbero molteplici: basta farsi un giro per le frazioni limitrofe e verificare lo stato d’incuria e di abbandono in cui versano). Viene fatto scempio dei soldi dei cittadini narnesi e, come nel capolavoro orwelliano '1984', si fa uso di parole svuotandole del loro significato che finiscono per assumere un’ambiguità volutamente ricercata. Abbiamo visto in questi giorni di campagna elettorale che volgono ormai al termine, qualche attuale amministratore comunale o qualche volto noto della politica, fare il 'giro-cena' in ogni frazione, anche la più piccola, del circondario narnese. Li abbiamo visti sfrecciare a bordo di camper anni '70, calarsi nei panni di calciatori, ma soprattutto in queste settimane li abbiamo visti presenziare alle molteplici inaugurazioni programmate con precisione certosina. A volte abbiamo sentito parlare lor signori di “rifacimento” per giustificare uno sperpero, di “abbellimento” di cose abbruttite da loro stessi e dalla loro incuria, di “tutela del paesaggio pubblico” invece che di gestione cialtrona degli spazi cittadini, di cambiamento, e così via. Il punto è che, dove non si incunea la gestione privatistica e la spartizione delle poltrone, fa comunque puntualmente capolino la conclamata incapacità di gestire in modo efficiente ed efficace le risorse dei narnesi. Nessun privato cittadino si sognerebbe di ristrutturare radicalmente un terrazzo o una qualunque proprietà per due volte nel giro di 6 anni. Comportamenti che se assunti da una persona comune farebbero dubitare della sua sanità mentale sono invece consuetudine e routine per gli amministratori che possono permettersi il lusso di spendere l’altrui denaro. E lo fanno male, molto male ma con un’incredibile faccia di bronzo chiedono ai cittadini di riconfermarli. Le elezioni del 6 e 7 maggio - conclude la Gobbi - rappresentano una chiara possibilità per mettere fine a quello che ad una persona assennata appare un incubo e dare invece fiducia a chi non ne può più di vedere questo scialacquamento di soldi faticosamente guadagnati e sudati dai lavoratori. Ho deciso di appoggiare la candidatura a sindaco di Sergio Bruschini poiché in questi anni ha rappresentato l’unica vera opposizione a questa intollerabile mala amministrazione. Rivolgo, dunque, un appello agli elettori: non permettete ai soliti di continuare a scavare nel baratro in cui fino ad oggi ci hanno trascinato.
4/5/2012 ore 11:45
Torna su