Giovedì 24/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:13
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Un violento nubifragio rovina la partita: Ternana e Torino fanno 0 a 0 ma i rossoverdi reclamano per un rigore non dato da Palanca
Un pari che accontenta entrambe, anche se sono proprio i rossoverdi a dover recriminare qualcosa. E’ finita 0 a 0 tra Ternana e Torino, al termine di una partita pesantemente condizionata dalla pioggia. Nel primo tempo le condizioni climatiche hanno consentito alle due compagini di esprimersi senza grossi problemi, ma nella ripresa sul “Liberati” si è abbattuto un diluvio incredibile che ha di fatto posto la parola fine al confronto dal punto di vista tecnico-tattico e la gara a quel punto si è trasformata in una competizione decisamente “fisica”. La Ternana ha tuttavia superato brillantemente l’esame-Torino confermando le ottime impressioni che i rossoverdi avevano mostrato nelle gare precedenti. E’ stato il Torino a comandare le prime fasi di gioco, facendo valere l’ottima caratura tecnica del suo organico. Pinga è parso irresistibile e si sta confermando, cosi come avvenuto la scorsa stagione a Siena, come l’uomo determinante per le giocate del Torino. Di Pinga due conclusioni pericolose al 13 ed al 31, ma per fortuna della Ternana l’attaccante di colore non ha trovato la porta. I rossoverdi si sono cominciati a fare pericolosi dopo la mezzora. Al 32’ Paci ha schiacciato di testa su cross di Ferrarese, sfiorando il palo alla destra di Sorrentino. Al 34’ ancora un guizzo di Pinga, giunto in ritardo su una invitante deviazione di Tiribocchi. Al 38’ è salito in cattedra Jimenez, che si è liberato di un paio di avversari sulla sinistra ed ha fatto partire un cross per Zampagna, sul quale Sorrentino si è rifugiato in angolo. Il finale di tempo è tutto di marca rossoverde, con Kharja e Paci ancora a sfiorare la rete del vantaggio. Nella ripresa,con l’acqua che pioveva a catinelle ed il terreno di gioco che si inzuppava sempre di più, il pallone ha cominciato a viaggiare alto ed il gioco non si è visto più. La Terzana, nonostante le avverse condizioni climatiche, ha provato ad assestare il colpo di grazia al Toro ma non c’è stato niente da fare. Al 13’, dopo un batti e ribatti è stato Kharja a spedire la palla fuori, mentre al 21’ l’arbitro ha sorvolato su un netto fallo da rigore commessa da Pinga ai danni di Ferrarese. Al 27’ Zampagna ha impegnato con una gran botta Sorrentino. Il Torino al 38’ rimaneva in dieci a seguito dell’espulsione di Fabbrini per proteste, ma la Ternana non riusciva comunque ad approfittare della superiorità numerica e quindi la partita si chiudeva sullo 0 a 0, un risultato sostanzialmente giusto anche se, come detto, i rossoverdi possono recriminare su quel rigore non concesso da Palanca.
TERNANA: Brunner, Nicola, Paci, Scarlato, Terni, Ferrarese (44' st Adeshina), Brevi, Kharja, Jimenez (28' st Pesaresi), Borgobello (15' st Frick), Zampagna. (12 Berni, 4 Grava, 6 Giampà, 8 Frara). All. Beretta.
TORINO: Sorrentino, Mandelli, Fernandez, Martinelli (29' st Adami), Castellini, Fuser, Conticchio (24' pt De Ascentis) Vergassola, Pinga, Tiribocchi, Ferrante (21' st Fabbrini). (33 Fontana, 3 Frezza, 20 Galante, 22 Osmanowski) All. E. Rossi.
Arbitro: Palanca di Roma.
Angoli: 4 a 3
Recupero: 3' e 4'.
Ammoniti: Conticchio, Castellini, per gioco falloso. Ferrarese per simulazione.
Espulso: Fabbrini al 37' st.
Note: Spettatori presenti 10.924 per 102.810 euro di incasso.
4/10/2003 ore 23:15
Torna su