Mercoledì 01/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Un miliardo per raddoppiare la ferrovia Terni-Spoleto, illustrato il progetto da parte delle FF.SS.
Si è svolta a Perugia una riunione per il raddoppio della tratta ferroviaria Terni-Spoleto. Vi hanno preso parte, oltre alle Ferrovie dello Stato, il Comune di Terni, il Comune di Spoleto e la Regione dell'Umbria. I dirigenti e i tecnici delle Ferrovie dello Stato hanno illustrato il progetto preliminare dell'opera che consiste in un nuovo tracciato quasi interamente in galleria tra Terni e Spoleto, con un risparmio di oltre 10 chilometri rispetto a quello attuale. Sarà una nuova linea su un solo binario che si affiancherà a quella già esistente e che verrà utilizzata per il traffico veloce Eurostar e Intercity. Secondo le Ferrovie dello Stato la nuova linea consentirà un transito di 140 treni al giorno sufficiente ad assorbire la domanda di traffico dei prossimi 50 anni. Il costo dell'opera stimato è di 529 milioni di euro, circa mille miliardi di vecchi lire. I tempi di realizzazione dell'opera -hanno precisato i dirigenti delle FFSS - se il Governo manterrà il finanziamento previsto nella legge obiettivo, sono stimati come inizio lavori nel 2007 e come termine nel 2012, con l'entrata in esercizio nel 2014. Il tratto che interesserà il territorio del Comune di Terni partirà dalla stazione ferroviaria in affiancamento alla linea esistente, proseguirà con un tratto di galleria artificiale ed entrerà in galleria naturale poco prima dell'attuale sottovia che collega via Tre Venezie a Toano. Il tutto ad una quota inferiore alla linea attuale per diminuire la pendenza e garantire una maggiore velocità di percorrenza. Il Comune di Terni, rappresentato dall'assessore Stefano Bufi e dai dirigenti della direzione infrastrutture, ha definito le richieste di opere complementari alla realizzazione della tratta. Richieste che erano già state oggetto di approfondimento in precedenti confronti con le Ferrovie. In particolare le FFSS dovranno realizzare, a loro spese, una nuova viabilità di collegamento tra Borgo Bovio e la zona di Toano che andrà ad integrare quella attuale che resterà in funzione, ma che dovrà essere interrotta durante i lavori necessari per la realizzazione dell’opera. Inoltre è stata anche richiesta la realizzazione di un cunicolo interrato per consentire l'ampliamento delle reti tecnologiche dalla zona di Borgo Bovio a Toano in previsione delle espansioni residenziali in atto. Infine le Ferrovie si sono impegnate a sistemare la scarpata lungo via Tre Venezie e a realizzare un parcheggio in prossimità dell'Ufficio Postale. "Si tratta - dichiara l'asessore Stefano Bufi - di un’opera lungamente attesa e di grande rilievo per il Comune di Terni che colmerà un deficit infrastrutturale storico. E' di grande importanza che accanto a nuove infrastrutture stradali come la Terni-Rieti si potenzi la mobilità su rotaia. Ora ci attendiamo che il Governo mantenga gli impegni di finanziamento assunti e per parte nostra insieme alla Regione stiamo seguendo e seguiremo passo dopo passo l'intervento anche per cogliere le opportunità di migliorare con opere aggiuntive la viabilità complementare a servizio dei territori attraversati".
7/8/2003 ore 13:40
Torna su