Giovedì 09/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 20:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: la Provincia riduce i contributi alle feste storiche, insorge il consigliere del Pdl Andrea Sacripanti
“La decisione del presidente della Provincia Feliciano Polli di ridurre i contributi in favore di enti ed associazioni che operano nel campo della cultura e del turismo è a dir poco inquietante". A mostrare tutta la propria contrarietà rispetto alle decisioni prese a Palazzo Bazzani, è il consigliere provinciale del Pdl Andrea Sacripanti. "Polli - sostiene Sacripanti -, ha rivendicato la scelta di tagliare i fondi che la Provincia elargisce a sostegno di iniziative di prestigio quali la Corsa all'Anello di Narni da € 4.700 del 2010 a € 3.000 per il 2011, il Palio dei Colombi di Amelia: da € 2.800 del 2010 a € 1.500 per il 2011 e il Corteo Storico di Orvieto: da € 5.000 a € 2.500 per il 2011, giustificandosi con il fatto che in tempo di crisi si è reso necessario operare dei tagli lineari ai contributi. Perchè allora il presidente non spiega come mai, pur in tempo di crisi, con delibera di giunta del 31 dicembre 2010, a proposito complimenti a tutti gli assessori per l'esempio di dedizione al lavoro, la Provincia, oltre ad altri finanziamenti, ha stanziato un contributo di ben 20.000 euro in favore del Ditt, partecipata della Provincia operante nella promozione turistica integrata che a quella data rischiava il fallimento a causa dei debiti ammontanti a ben 137.000 accumulati nel tempo? E come mai lo stesso Polli ha glissato sul fatto che si è preferito investire ulteriormente nel Ditt con oltre 13.000 euro, destinati in parte a ripianare il debito ascrivibile alla Provincia ed in parte all'acquisizione di nuove quote successivamente alla trasformazione dello stesso da Società consortile per azioni in S.r.l.? A proposito - continua Sacripanti - ricordo che il 19 maggio il sottoscritto non ha votato in Consiglio la delibera con cui si stanziavano le predette somme e si procedeva alla trasformazione della società, rimarcando il sostanziale fallimento sia della gestione che dei risultati del solito ente decotto che la politica e solo la politica ha interesse ha mantenere in piedi ed evidenziando, già in quella sede, come nel settore del turismo vi fossero nel territorio provinciale realtà rappresentate da Enti ed Associazioni che già svolgono un importante ruolo di promozione del territorio attraverso la realizzazione di eventi che richiamano turisti da tutto il mondo. E' evidente che il presidente Polli preferisce mantenere in piedi il solito carrozzone che produce interessi di varia natura, oltre che debiti, e si cela dietro l'alibi della crisi nel momento in cui è chiamato a contribuire concretamente in favore di coloro che sul territorio, pur con mille sacrifici e difficoltà, spendono risorse ed energie per valorizzare le proprie comunità e renderle il più possibile attrattive ed accoglienti. Il tutto, poi, è ancor più incomprensibile se si pensa che l’adeguamento allo scorso anno dei contributi erogati ammontava a complessivi 5.500 euro, uno sforzo minimo per l’Ente, specialmente se paragonato alle cifre che orbitano intorno ai soliti ed inutili carrozzoni. Gli enti di Amelia e Narni e l’associazione Lea Pacini di Orvieto ringraziano”.
20/6/2011 ore 0:05
Torna su