Lunedì 25/05/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Terni: la polizia arresta un rumeno di 22 anni per detenzione e spaccio di eroina, stava per cederne una dose a due giovani di Rieti
Personale della sezione narcotici della Squadra Mobile della Questura di Terni, nel corso di servizi predisposti per la prevenzione e la repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, ha tratto in arresto un cittadino rumeno clandestino, M.G.C. di anni 22, per il reato di detenzione e ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L'uomo era già al centro di una operazione investigativa da parte della squadra mobile ed inottemperante all’invito del Questore di lasciare il territorio nazionale, aveva posto in essere un vero e proprio centro di smistamento di droga nei pressi di vari istituti scolastici. Nella giornata di ieri il personale della sezione narcotici sorprendeva il cittadino rumeno mentre, a bordo di un ciclomotore sprovvisto di targa identificativa, si portava ad un appuntamento con due acquirenti provenienti dalla vicina città di Rieti. Prontamente bloccato M.G.C. tentava disperatamente di darsi alla fuga gettando addosso agli agenti operanti lo scooter dove viaggiava e fuggendo a piedi. Prontamente raggiunto veniva trovato in possesso di una dose di eroina che avrebbe dovuto cedere ai due giovani che lo stavano aspettando e che venivano accompagnati presso gli Uffici della Questura. Una volta bloccato il cittadino rumeno tentava di distogliere le investigazioni riferendo di risiedere in una abitazione del quartiere di Campomicciolo. Le investigazioni della polizia giudiziaria permettevano di risalire al luogo dell’attuale domicilio del M.G.C. che era invece situato nel centro cittadino. La perquisizione del locale permetteva agli investigatori di rinvenire e sequestrare ulteriori 33 dosi di eroina dello stesso tipo di quella poco prima rinvenuta indosso allo straniero, di una notevole somma di denaro, frutto dell’illecita attività, nonché di tutto il materiale utile al confezionamento delle dosi di eroina che lo stesso cedeva a saltuari acquirenti. Nel corso delle investigazioni venivano identificati due cittadini rumeni clandestini che avevano dato ospitalità al loro connzionale e le cui posizioni sono ora al vaglio dell’Ufficio Immigrazione della Questura. M.G.C., al termine delle formalità di rito veniva associato alla locale casa circondariale a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Terni Dottoressa Raffaella Gammarota. L’attività compiuta dalla squadra mobile ternana si inserisce in un quadro più ampio di prevenzione, posto in essere dalla Questura su disposizione del Questore Savina, in occasione della riapertura dell’anno scolastico. Nell’ottica di tale azione sono già stati effettuati incontri con i Presidi delle scuole superiori della città, ad opera di rappresentanti della Questura, onde fornire ogni tipo di supporto da parte della Polizia di Stato, in chiave soprattutto preventiva, e con lo spirito della più ampia collaborazione.
21/9/2004 ore 15:45
Torna su