Mercoledì 12/08/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:39
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Taizzano: entrano di notte in una abitazione e rubano 7.000 euro di oggetti in oro e una Bmw, indagano i carabinieri
Ancora un furto nella zona di Narni. Stavolta i malviventi hanno colpito una abitazione della zona nuova di Taizzano dalla quale hanno asportato oro e girelli, un televisore e una Bmw che il proprietario aveva parcheggiato sotto casa, bottino totale: 15.000 euro. Il furto è accaduto di notte ed è stato messo a segno con modalità molto simili a quelle evidenziate nel colpo messo a segno due giorni prima in vari appartamenti di via dei Garofani a Narni Scalo. I ladri, aiutandosi probabilmente con qualche attrezzo metallico, hanno aperto il gancio che blocca la persiana e si sono introdotti all'interno di una delle villette a schiera situate nella zona nuova di Taizzano. Una volta dentro, evitando di fare il minimo rumore che potesse svegliare i padroni di casa che stavano dormendo, hanno rovistato dentro a comò ed armadi alla ricerca di preziosi arraffando oggetti in oro per un valore superiore ai 7.000 euro, poi hanno preso le chiavi di una Bmw 316 che il proprietario aveva lasciato appoggiate sopra ad un mobile, sono usciti scavalcando nuovamente la finestra e si sono portati via anche la macchina. Solo ieri mattina, al loro risveglio, i padroni di casa si sono accorti di essere stati derubati ed a quel punto non hanno potuto fare altro che chiamare i carabinieri della stazione di Narni centro i quali hanno avviato le indagini. Intanto, in relazione ai furti che erano stati commessi in via dei Garofani, uno dei proprietari ha tenuto a precisare che "gli appartamenti visitati dai ladri non si trovavano al piano terra, bensì al 2, 3 e 6 piano" e che i colpi sono stati messi a segno di notte "da malviventi che si sono arrampicati lungo i montanti dei terrazzi". I carabinieri sospettano, tra l'altro, che tra i due furti esistano delle forti relazioni e che ad agire possa essere stata una banda di professionisti proveniente magari dalla vicina Capitale.
8/5/2007 ore 4:47
Torna su