Lunedì 06/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:50
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Strategie, finanziamenti e progetti per rilanciare Narni, Bigaroni guarda al futuro: "La città è al centro delle dinamiche regionali e provinciali"
Lo scorso 26 settembre si è riunito presso la Provincia di Terni il tavolo del Piano Integrato Territoriale (P.I.T.) Terni-Narni-Amelia, previsto dal Patto per l’Innovazione e lo Sviluppo dell’Umbria. Il tavolo dovrà individuare le strategie, i progetti e i finanziamenti che costituiranno, per la prima volta, un piano di sviluppo sovraterritoriale, integrato e di sistema, attraverso la condivisione dei progetti, delle risorse e dei tempi di attuazione. "In Umbria soltanto due sono gli strumenti di questo tipo che sono stati istituiti-sottolinea il sindaco Bigaroni- il nostro e quello dell’area terremoto del 1997. All’interno del PIT noi poniamo i problemi strategici irrisolti del territorio narnese, forse unici per l’Umbria in questa fase, che richiedono interventi specifici da parte delle Istituzioni pubbliche, regionale, provinciale e comunale.
L’Accordo istituzionale sulla soluzione del problema del costo dell’energia si inserisce dentro questo quadro, è parte integrante del piano di sviluppo integrato che s’intende costruire in questa area dell’Umbria. In tal senso, i nodi fondamentali per Narni, che riguardano Università, Ospedale unico, ex Spea, Centro di riabilitazione provinciale, riqualificazione del Centro storico, ricettività, sistema museale, eventi culturali, ambiente, nuovi insediamenti produttivi nelle aree industriali esistenti, servizi a rete, viabilità, sono stati recepiti dalla Regione dell’Umbria, dalla Provincia di Terni e dal Comune di Terni come strategici per lo sviluppo e la crescita dell’intero sistema regionale e di area vasta (Terni-Narni-Amelia). Vale a dire che essi troveranno l’adeguata collocazione e priorità nel PIT. Questo è un risultato davvero molto importante-osserva ancora il sindaco di Narni- per il nostro territorio e siamo molto soddisfatti per aver riportato “la questione Narni” al centro delle dinamiche regionali e provinciali. Vorremmo che ai cittadini non sfuggisse l’importanza di questi passaggi e il valore di quanto avvenuto. Ora ci aspettano settimane di lavoro incessante e pressante, perché se è vero abbiamo ottenuto il riconoscimento che Narni, per le sue caratteristiche attuali, merita un’attenzione specifica, è altrettanto vero che dobbiamo utilizzare al meglio queste possibilità e ottenere i massimi risultati. Facciamo appello a tutti i soggetti sociali, economici, politici, di partecipare attivamente a questo dibattito e dare il loro contributo concreto in questo processo e mantenere alta l’attenzione sui temi centrali dello sviluppo e non disperdere le forze, perché l’interesse di tutti noi è il futuro benessere di Narni".

30/9/2003 ore 16:15
Torna su