Lunedì 23/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:29
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Scontro frontale sulla Flaminia al bivio per Santa Lucia, muore un 83enne residente in città
E’ morto poco dopo il suo ricovero all’ospedale “Santa Maria” di Terni. Per R.C, di 83 anni le gravi ferite riportate nel corso di un incidente stradale verificatosi due sere fa alle porte di Narni, sono state fatali. L’uomo era a bordo della sua autovettura e stava percorrendo la Flaminia in direzione di Terni, quando all’altezza del bivio per la provinciale di Sant’Urbano, forse a causa dell’asfalto reso viscido dalla pioggia che stava cadendo copiosamente in quel momento oppure per un malore improvviso, avrebbe perso il controllo del mezzo che è andato a schiantarsi contro un’altra auto che procedeva nel senso opposto. L’urto è stato molto violento tanto che l’ottantatreenne ha riportato numerose ferite; praticamente illesi invece i due giovani che erano a bordo dell'altra auto. I soccorritori si sono subito resi conto che le condizioni dell’uomo erano gravissime e anziché accompagnarlo all’ospedale di Narni, distante poche centinaia di metri dal luogo dell’incidente, hanno deciso di trasferirlo immediatamente a quello di Terni. I disperati tentativi dei sanitari di salvargli la vita non sono serviti a nulla e poco dopo il suo ricovero il poveretto è spirato. I carabinieri di Amelia, intervenuti sul posto con una pattuglia del radiomobile, hanno avviato le indagini del caso per ricostruire l’esatta dinamica che ha provocato il tragico sinistro. La Flaminia, sia nel tratto che attraversa Narni che nei chilometri successivi, fino alle porte di Terni, è stata spesso teatro di gravi incidenti. La presenza di numerose curve e il fatto che l’asfalto non sia di quelli “drenanti” rappresentano, in caso di pioggia, un ulteriore motivo di pericolosità. Accanto a questi elementi si aggiungono spesso dei comportamenti poco prudenti da parte degli automobilisti i quali anziché ridurre la velocità preferiscono pigiare sull’accelleratore.
19/2/2010 ore 0:15
Torna su