Lunedì 17/06/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:50
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Rinviato al 13 marzo l'incontro della delegazione narnese con il Governo per parlare dell'ex-Spea
Gli argomenti di attualità a Narni sono due: La Megacentrale e Mirabilandia. Non si fa in tempo a stare appresso agli sviluppi di una delle due vicende che subito incalzano novità sull'altro fronte. Così dopo il "movimento" creato nei giorni scorsi dalla notizia del famoso viaggio a vuoto fatto dalla delegazione di narnesi, facenti parte del "Comitato contro la centrale", alla volta di Perugia, per incontrare la Presidente Lorenzetti, ora l'interesse si sposta nuovamente sulla "soap" Mirabilandia. Altra delegazione, altro viaggio, che si spera sia più fruttuoso di quello fatto dagli altri "manifestanti. C'è un incontro a Roma, che si sarebbe dovuto tenere dapprima il 6 marzo ma che è poi stato spostato di una settimana, tra i parlamentari umbri che hanno presentato al Governo una interpellanza tendente ad avere chiarimenti sulla vicenda legata alla sdemanializzazione dell'ex Spea, i rappresentanti delle istituzioni locali e, appunto il Governo. Al drappello degli uomini politici, tra questi ci saranno il sindaco Bigaroni, i suoi assessori, nonchè l'assessore provinciale all'urbanistica,
si uniranno numerosi cittadini che partiranno di buon'ora alla volta di Palazzo Chigi. Il ruolo di quest'ultimi sarà di semplici spettatori.
Nel confronto si cercheranno di chiarire i tantissimi aspetti che sino ad oggi hanno caratterizzato l'evolversi della situazione. Insomma quella del 6 marzo potrebbe essere, per il futuro del parco tematico di Narni, una giornata molto importante. Se non altro a livello di chiarimenti che i rappresentanti del Governo, su tutti quelli del Ministero della Difesa, dovranno in qualche maniera fornire alla delegazione.
5/3/2003 ore 12:37
Torna su