Mercoledì 18/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:59
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Rifiuti a Funaria, sul ciglio della strada si trova di tutto: da vecchi televisori a materassi e pneumatici
Quintali di rifiuti. Abbandonati sul ciglio della strada. Funaria ripiomba nel degrado, tra l'indifferenza di tutti, comprese le tantissime persone che ogni giorno passano lungo quella strada e che per evitare fastidi pensano bene di non denunciare al primo accenno il problema alle autorità. Perché è difficile pensare che l'abbandono dei rifiuti avvenga per forza di notte: chi arriva a compiere simili scempi non si fa scrupoli ed abbandona i rifiuti a tutte le ore. La strada di Funaria non è nuova a certi fenomeni ma stavolta i mucchi di rifiuti sono molti di più delle volte scorse e soprattutto sono stati distribuiti in più punti, tanto che si sono formate delle mini discariche che cominciano qualche centinaio di metri più avanti del Mulino Eroli, in direzione di Stifone. La massima concentrazione, come al solito, c'è nei pressi di quello che una volta era un distributore di gas per automobili e la cui lontana esistenza è testimoniata dai resti arrugginiti delle pompe e della tettoia. Intorno mucchi nei quali c'è di tutto: vecchi pneumatici, televisori con tanto di tubi catodici spaccati, materassi, sanitari, cumuli di detriti portati via da qualche casa in restauro, mattonelle, pezzi di tettoie apparentemente di plastica ma che potrebbero anche nascondere delle parti di eternit e poi grossi sacchi di plastica di colore il cui contenuto rimane un mistero. In quella strada non arrivano, come è normale che sia, i mezzi dell'Asit a fare il ritiro della differenziata; è una strada secondaria, che costeggia il Nera e che dunque può essere considerata quasi di campagna. Dunque stavolta nessuno può prendersela con l'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti; "noi in casi del genere interveniamo su segnalazione del Comune o di altri enti - spiegano dall'Asit – e dopo la vostra denuncia andremo immediatamente a fare un sopralluogo". Dal Comune ammettono che "il problema in quella zona esiste da sempre e risulta molto difficile poter contrastare il fenomeno dell'abbandono abusivo dei rifiuti. Periodicamente facciamo dei sopralluoghi ma i cittadini incivili che vanno appositamente lungo quella strada per abbandonare i rifiuti, nel giro di poche settimane rendono vani i nostri interventi". Ora si pensa di intensificare i controlli, servendosi anche dell'ausilio delle guardie ambientali che, agendo magari in borghese, potrebbero prima o poi pizzicare gli autori di queste bravate e denunciarli alla Procura della Repubblica. Certo è che in una zona così bella e ricca di verde è davvero deprimente dover assistere a spettacoli del genere. E meno male che in mezzo a tanta indifferenza c'è ancora qualcuno che si indigna nel vedere in quale situazione di degrado e di abbandono viene lasciata quella zona così pregiata da un punto di vista naturalistico ed ambientale.




7/10/2008 ore 4:35
Torna su