Lunedì 14/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:01
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Ragazza narnese perseguitata dal suo ex fidanzato, il questore "ammonisce" un 26enne per stalking
Alla fine ha deciso di presentare un esposto in questura. Una ragazza di Narni di 23 anni, stando a quanto riferito dalle forze dell'ordine, ha dovuto subire per mesi le molestie del suo ex fidanzato 26enne. Si parla di tre mesi di appostamenti, pedinamenti, sms e telefonate ingiuriose. Tanto da obbligare la ragazza a dover cambiare le abitudini di vita, uscire di casa sempre accompagnata da amici o parenti, andare al lavoro scortata. Insomma una vita d'inferno che era cominciata poer lei quando, la scorsa estate, ha deciso di troncare un rapporto sentimentale con il ragazzo ternano. La gelosia ossessiva del giovane, che non accennava a scemare, ma che anzi era aumentata da quando aveva cominciato a frequentare un altro giovane e l’aver subito dei danneggiamenti ad opera di ignoti, hanno spinto la ragazza a rivolgersi alle forze dell’ordine presentando un esposto. La segnalazione è arrivata in Questura, negli uffici della Divisione Anticrimine dove, dal 2009, è stata istituita un’apposita unità che si occupa di questa specifica tipologia di reati. Non appena gli agenti hanno avviato le indagini, si sono subito resi conto che quanto raccontato dalla ragazza corrispondeva alla realtà. Così hanno raccolto le testimonianze di parenti, amici e colleghi e in breve è stato emesso il provvedimento: la misura dell’Ammonimento del Questore ai sensi della Legge n. 38/2009, relativa all’introduzione del reato di atti persecutori, noto anche come stalking. Il ragazzo è stato diffidato dal tenere una condotta contraria alla legge e ad astenersi dal compiere atti persecutori nei confronti della vittima o di terzi a questa legati da vincoli di qualsiasi natura, onde evitare di essere successivamente indagato.
ALTRI CASI
Dall’inizio del 2013, la Divisione Anticrimine della Questura ha trattato12 richieste di ammonimento, riguardanti per la quasi totalità uomini, di ogni età, nazionalità e ceto, tutti ex partner. Ad alcuni sono state sequestrate armi regolarmente detenute, di questi, nessuno ha presentato ricorso, né è stato denunciato successivamente per il reato di stalking, a dimostrazione che l’aspetto deterrente della misura si è rivelato efficace.
(Foto di repertorio)
18/10/2013 ore 12:25
Torna su