Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:51
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Nasce la "Narni Card": sconti a turisti e forestieri nel centro storico, a Narni Scalo i commercianti storcono il naso
Parcheggiare gratis per un'ora. Entrare a prezzi scontati alla Rocca, a Narni Sotterranea, al Museo e fare acquisti nei negozi che hanno aderito all’iniziativa. Si chiama "Narni Card" e nelle intenzioni dell'amministrazione comunale vuole essere un nuovo strumento per incentivare il commercio e le attività legate al turismo culturale. L'idea è venuta a Federica Leonetti, pubblicitaria professionista narnese, che si è inventata questa sorta di mazzetta con una serie di copupon colorati, che indirizza i turisti verso i punti strategici della città. Il sindaco De Rebotti spiega che "la speciale card può essere usata non solo dai turisti quelli veri, ma anche dai 'forestieri' più vicini come i ternani o, comunque, da chiunque non risieda all'interno del nostro comune". "A queste persone - aggiunge il sindaco - viene offerto un parcheggio gratuito proprio perché entrino in città e vedano le opportunità commerciali che essa presenta". Al momento sono una decina i negozi che hanno aderito all'iniziativa proponendo un 10% di sconto "vero", ma c'è da starne certi che altri esercenti si uniranno. "L’iniziativa - ha detto il dirigente comunale Franco Cerasa - vuole stimolare in qualsiasi modo il commercio e riprende analoghe idee, ma con fare e piglio più attuale e moderno. Noi crediamo che possa avere successo". "Il progetto si chiama le «Sette facce di Narni» – ci scherza su Federica Leonetti –. Proprio le celebri 'Sette facce' che, secondo un antico detto, apparterrebbero proprio ai narnesi. Da questo motto di scherno è venuto fuori uno slogan, un punto di forza, insomma. Anche perché le iniziative sono proprio sette". Narni Card è già operativa e la sua distribuzione è già iniziata alla Cascata delle Marmore, nell’ambito dell’azione di promozione reciproca, avviata di recente. "Ogni negozio ed ogni esercizio avranno a disposizione la speciale 'card'. La diffusione passa infatti attraverso questa rete che alimenterà un circuito virtuoso", ha sottolineato Roberto Nini, di Narni Sotterranea. La presentazione del progetto ha però fatto nascere un piccolo incidente: dall’iniziativa sono stati infatti esclusi i commercianti di Narni Scalo, che non l'hanno presa affatto bene. "E' una cosa inaudita - avrebbero detto alcuni di loro -. Ancora una volta il Comune ha voluto mettere in campo un'iniziativa guardandosi bene dal coinvolgere la nostra zona. Se è questo il modo di dimostrare che si vuole andare verso una 'unificazione' dei due centri ed arrivare il prima possibile a cancellare il termine 'Scalo' dal vocabolario dei narnesi, siamo davvero su una cattiva strada. Qualcuno è ancora convinto che i commercianti di via Tuderte e delle altre vie della frazione industriale siano concorrenti a quelli del centro storico ma non è affatto così e se non è il Comune il primo a credere in questo concetto, è meglio lasciar perdere".
23/5/2013 ore 1:59
Torna su