Venerdì 03/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narnia: il progetto va avanti ed il film "Il leone, la strega e l'armadio" è in lavorazione negli "studios" americani
Ci sarebbero dei legami tra la “Narnia” mitologica e la nostra città? Giuseppe Fortunati sostiene di si ed ecco la ragione perché egli sta seguendo con particolare interesse le riprese del primo film in cui si parla di Narnia. “Continuano a filtrare i “segreti” che stanno dietro alla lavorazione del film “Il leone, la strega e l'armadio”-spiega Fortunati-il “kolossal” in cui sono stati investiti centinaia di milioni di dollari e le cui riprese saranno ultimate a dicembre. La pellicola ha richiesto un lungo lavoro preparatorio, effettuato a Los Angeles e durato ben otto mesi; il processo ha coinvolto una squadra di ottantacinque persone, prima che si potesse passare alla fase successiva in Nuova Zelanda, dove il “progetto Narnia” è stato preso in consegna dalla Weta (lo stesso gruppo che ha prodotto “Il Signore degli Anelli”) e dove sono state girate la maggior parte delle scene, sullo sfondo di località quali Flock Hill, Christchurch e Oamaru. Le scene relative al passaggio fra l'armadio di casa Digory e il lampione di Narnia sono state invece ricreate al chiuso, in un vasto deposito dove sono stati trapiantati veri pini e neve sintetica, mentre le nuvolette provocate dalla condensa del respiro dei ragazzi saranno poi aggiunte mediante computer. Anche il cast comincia ad essere ben definito , nomi di spicco sono: nel ruolo della Strega bianca ci sara' Tilda Swinton, il fauno Mr. Tumnus sara' James McAvoy, Babbo Natale viene interpretato da James Cosmo, e la voce del leone sembra che sara niente di meno che del mitico Sean Connery. A dicembre la troupe si trasferirà poi nella Repubblica Ceca e in Polonia, per ultimare le riprese relative all'incantato inverno narniano causato dal maleficio della Strega Bianca. Solo lì infatti, la neve è abbastanza alta da rendere credibile il gelido sortilegio stagionale che imprigiona Narnia.
21/10/2004 ore 23:55
Torna su