Sabato 26/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 03:09
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni: vandali al parcheggio del Suffragio, i cittadini chiedono maggiori controlli
Il parcheggio del Suffragio diventa sempre di più un luogo poco sicuro. E dopo i furti compiuti nei mesi scorsi da una banda di giovinastri ai danni del distributore di acqua alla spina, si scopre che nel grande parcheggio si registrano da molto tempo una serie di atti vandalici compiuti ai danni delle automobili parcheggiate. Episodi che accadono sia di notte che di giorno e che assumono i contorni del mistero perché nessuno è mai riuscito a cogliere in flagrante gli autori di questi misfatti. Sono in molte tuttavia le persone che da molto tempo a questa parte ogni volta che debbono parcheggiare la loro auto al Suffragio, temono al loro ritorno di trovarla danneggiata. Gli autori delle bravate se la prendono con gli specchietti, che sradicano di netto, con i tergicristalli anteriori e posteriori, ai quali viene fatta fare la stessa fine, con le gomme, che spesso si divertono a sgonfiare e poi con la carrozzeria, che danneggiano utilizzando oggetti appuntiti. Danni, di una certa consistenza, che possono a volte superare anche il migliaio di euro se il malcapitato destinatario dell’atto vandalico è costretto a far riverniciare una intera fiancata della propria automobile. Qualcuno ha provato a sporgere denuncia contro ignoti presso la stazione dei carabinieri di Narni centro; i militari hanno anche fatto delle indagini, ma degli autori di questi danneggiamenti non s’è trovata traccia. L’unica soluzione, in grado in qualche modo aiutare gli inquirenti, potrebbe essere quella della installazione di un impianto di video sorveglianza su tutto il piazzale. Una prima telecamera, che è stata messa in rete con quelle fatte installare nei mesi scorsi dal Comune in vari punti del centro storico e di Narni Scalo, è stata già montata in piazza Acquanova, lì dove si trova il distributore dell’acqua alla spina; ma a questo punto ce ne vorrebbero delle altre in tutti gli angoli del grande parcheggio. Gli occhi elettronici sono un buon sistema per controllare l’intera area e riprendere eventuali episodi riguardanti i danneggiamenti che da molti mesi vengono fatti sulle auto lasciate in sosta. Le autorità suggeriscono inoltre ai cittadini di denunciare immediatamente qualsiasi atto vandalico che dovesse verificarsi da qui in avanti e di non limitarsi ad interessare del danno solo la compagnia di assicurazione. In Comune si sta valutando anche l’ipotesi di installare le telecamere anche nei tre piani coperti del parcheggio, in modo tale da offrire maggiore sicurezza a quanti vi lasciano le loro auto.
30/5/2011 ore 0:53
Torna su