Lunedì 14/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 09:04
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: troppi episodi di cronaca durante la festa, i cittadini chiedono per il futuro maggiore sicurezza
L’edizione numero quarantacinque della corsa all’Anello di Narni verrà ricordata come quella maggiormente caratterizzata da episodi legati alla pubblica sicurezza. In netto aumento sono stati infatti nei diciotto giorni di festa gli episodi di cronaca legati ad atti di vandalismo, alcuni dei quali davvero pesanti. Come quelli riguardanti il danneggiamento di un quadro elettrico in via Saffi che ha provocato un blackout all’interno della attigua scuola elementare, o lo sradicamento da un muro di un pezzo di tubatura della rete del gas, con conseguente e prolungata fuoriscita di metano, tanta paura per gli abitanti ed il successivo arrivo dei vigili del fuoco alle 2 di notte, i quali hanno avuto il loro bel da fare per mettere in sicurezza quella parte di centro storico. Non si contano, infine, gli altri atti di vandalismo cosidetti “minori”, riguardanti il danneggiamento di automobili parcheggiate, di portoni delle case, la distruzione di vasi e fioriere e delle luride deiezioni lasciate da persone incivili nei pressi delle abitazioni. Accanto a queste "perle" vanno aggiunti gli schiamazzi ed i dispetti fatti a notte fonda da orde di ragazzotti, molti dei quali brilli, che hanno tenuto svegli centinaia di narnesi. La gente è stufa di vivere in questo clima di terrore e chiede a Comune ed Ente Corsa di prendere provvedimenti per il futuro. Suggerendo anche delle soluzioni. “Ad occuparsi della sicurezza – dicono in molti – debbono essere per primi gli organizzatori. Che sono poi gli esercenti delle taverne e dei punti di ristoro. Attivare dei servizi di sicurezza come avviene nelle moderne discoteche è probabilmente l’unica soluzione idonea a porre un freno a certi comportamenti. Il primo che sgarra viene preso dagli addetti ed allontanato. Se occorre, si richiede l'intervento delle forze dell'ordine che si occuperanno eventualmente del soggetto che non rispetta le regole. La festa è troppo bella ed importante per la città perché debba trasformarsi in un luogo dove ogni anno che passa il problema della sicurezza si fa sempre più pressante”. Un ragionamento che trova d’accordo tutte quelle persone (tante) che hanno subito dei danni e che hanno sporto denuncia contro ignoti ai carabinieri.
(Foto di repertorio)
14/5/2013 ore 2:15
Torna su