Domenica 17/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:47
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: strage di pesci nel fiume Nera, il sindaco vieta la pesca e fa scattare le indagini di Asl e Arpa
Pesci morti. In grande quantità. Per quale ragione si sia verificata questa allarmante moria non è dato saperlo, ma intanto, a scopo precauzionale, il sindaco di Narni ha firmato un’ordinanza con la quale viene vietata la pesca in un ampio tratto del fiume Nera: quello che va dalla diga di Recentino fino alla zona delle Campore. Il sindaco ha agito dopo che il Dipartimento di Prevenzione dell’Asl n. 4 di Terni, ha segnalato in zona una significativa moria di pesci. Spetterà alle autorità preposte scoprire le cause che hanno determinato la morte di numerose specie ittiche presenti nel fiume. In questo senso sono state avviate le indagini di rito che come prima cosa prevedono il prelievo di campioni d’acqua sia nei punti dove sono stati rinvenuti i pesci morti che a monte del fiume; oltre naturalmente ad un’analisi approfondita delle carcasse degli stessi pesci. I campioni sono stati prelevati dall’Arpa e dall’Istituto Zooprofilattico dell’Umbria e delle Marche. L’ordinanza firmata da De Rebotti è stata inviata a vari Enti di controllo e vigilanza: Asl, Arpa, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato e Polizia Municipale, alla Provincia di Terni ed al Comune di Terni.
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
23/8/2012 ore 17:20
Torna su