Venerdì 03/04/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: strade e marciapiedi lordati dalle feci dei cani, sale la protesta dei cittadini
Il problema delle strade lordate dalle deiezioni canine, ha subìto un'escalation impressionante negli ultimi tempi. Sul territorio narnese (comprese, dunque, le frazioni) non c'è un posto dove la gente non si lamenti per l'incivile comportamento di molti proprietari di cani. Il centro storico è letteralmente "lastricato" di feci canine. Strade, vicoli e piazzette sono diventati 'pericolosi' per i pedoni che debbono fare la massima attenzione se vogliono evitare di calpestare una di queste schifezze. Numerose mamme, che accompagnano e vanno a riprendere i loro figlioli alle elementari di via Saffi, o alle medie di via Mazzini, piuttosto che negli asili di San Bernardo o a piazza Cajola, protestano vivacemente rispetto alla situazione che si registra nelle strade intorno alle scuole. "E' una porcheria insoppportabile - dicono -, dobbiamo continuamente raccomandare ai nostri bambini di guardare continuamente dove mettono i piedi, ma spesso i nostri inviti non bastano, con il risultato che entrano in classe, o tornano da scuola, con le scarpe sporche, puzzolenti e da buttare. Chiediamo al comune di intervenire, ma in modo serio, non come è stato fatto da tanti anni a questa parte. Se ci sono in giro proprietari di cani che non rispettano le regole e sporcano la città, non è solo colpa della loro enorme maleducazione, ma anche dell'amministrazione comunale che non ha mai affrontato il problema con fermezza". Ora sembra essere arrivato il momento della 'fermezza' invocata dai cittadini che hanno a cuore il decoro delle strade e quella delle loro scarpe. IL Comune, infatti, ha interessato il corpo delle Guardie Ambientali che si incarica già di seguire il problema dei rifiuti smaltiti irregolarmente e delle discariche abusive. Le stesse Guardie Ambientali spiegano infatti che "a breve verrà rafforzato da parte nostra il controllo dell’anagrafe canina mediante la rilevazione del microchip; nel contempo effettueremo dei controlli riguardanti il rispetto del regolamento di polizia urbana circa la conduzione canina e raccolta delle loro deiezioni". Speriamo bene.
(Nella foto di repertorio, una proprietaria di cani che fa il suo dovere. Il suo "Fido" ha fatto la 'popò' e lei si appresta a pulire tutto con scopa e paletta. purtroppo nella nostra città sono pochi i proprietari di cani che rispettano le normative)
29/2/2016 ore 4:35
Torna su