Martedì 14/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:17
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: si continua a fumare negli uffici comunali, consiglieri e assessori infrangono il divieto anche durante le sedute del Consiglio
Si continua a fumare in Comune. Nonostante i richiami ed il biasimo di molti cittadini ai quali non piace il pessimo esempio dato da chi, al contrario, dovrebbe mostrare la massima rettitudine. All'interno degli uffici comunali, nonostante il secco divieto imposto dalla "Legge Sirchia", si fuma, e lo si fa senza preoccuparsi più di tanto di nasconderlo. L'esempio parte dall'alto: dall'aula consigliare, che dovrebbe essere il luogo più rappresentativo della città. Ebbene proprio nel corso delle sedute del civico consesso, nonostante il presidente Marco Mercuri abbia più volte richiamato i consiglieri ad un comportamento più responsabile da questo punto di vista, c'è chi esce dall'aula, spostandosi in una delle sale attigue e, facendo impertinentemente capolino con la cicca in mano, si mette a fumare. Un comportamento assolutamente scorretto: in primo luogo perché il divieto deve essere rispettato in tutte le stanze del palazzo comunale, e poi perché la legge viene infranta proprio da quei personaggi che amministrano la città e dunque dovrebbero dare il buon esempio. Per la cronaca, sono tre gli assessori che non resistono al vizio del fumo e che si alzano di continuo per andare a fumare nella saletta intitolata a "Gianfranco Mancini" o nell'atrio dell'aula consigliare. Molti di più sono i consiglieri, quasi tutti della maggioranza. Ma si fuma, più o meno "regolarmente", anche negli uffici comunali dove numerosi dipendenti, non resistono al vizio. Odore di fumo si avverte in molti uffici e in giro nei corridoi, o nelle scale, ed è possibile trovare a tutte le ore mozziconi di sigaretta.
19/9/2008 ore 10:55
Torna su