Mercoledì 21/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:55
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: tanta gente ogni sera alle "Vie del cinema". Bigaroni: "E' la magia del grande schermo e la qualità dei film proiettati"
Alla gente di Narni piace il cinema all’aperto. Il grande successo riscontrato nelle prime due serate della decima edizione de “Le vie del cinema”, conferma una tendenza che si era evidenziata anche negli anni scorsi. La serata inaugurale della rassegna di cinema restaurato ha visto transitare nei grandi spazi del parco pubblico di Narni Scalo circa millecinquecento persone, più della metà delle quali ha assistito alla proiezione del film di Elio Petri “A ciascuno il suo”. Il segreto di questo successo? Secondo il sindaco Bigaroni, che ha ereditato dal suo predecessore Luigi Annesi l’importante rassegna “questa manifestazione è diventata adulta e la gente di Narni ha contribuito a questa crescita attraverso il gradimento espresso nei vari anni. Abbiamo sempre proiettato film importanti-continua Bigaroni-delle vere e proprie pietre miliari del cinema italiano e questo è un altro motivo fondamentale che ha contribuito ad attirare ogni sera centinaia di persone. Il posto dove ha luogo la rassegna si presta a questo genere di iniziative perché è ricco di verde ed offre grandi spazi; la sera si sta bene e poi l’atmosfera che riesce a dare il grande schermo, con la colonna sonora che si diffonde nell’aria danno quel tocco in più creando una suggestione davvero molto bella”. C’è da aggiungere un particolare non trascurabile: il comune organizza da dieci anni “Le vie del cinema” offrendo ai cittadini l’opportunità di seguire gratis la proiezione del film ma anche gli spettacoli annessi; nel corso degli anni sul palco della rassegna sono saliti attori e registi di fama internazionale, per non parlare dei comici che prima del film si esibiscono in un breve spettacolo di cabaret. Nelle prime due serate di quest'anno è toccata a Marco Marzozza, Max Paiella e Stefano Vigilante; stasera non ci sarà nessun comico a fare da contorno ma l’ospite sarà comunque importante in quanto si tratta di Florestano Vancini, il regista del film in programma: “Bronte, cronache di un massacro”, una pellicola girata nel 1972 e che narra la storia del generale Nino Bixio. I film inseriti quest’anno nella rassegna dai direttori artistici Giuliano Montaldo e Alberto Crespi, appartengono tutti a dei registi di grande valore i quali, però, sono stati con troppa facilità dimenticati dai critici e dal pubblico.
8/7/2004 ore 9:25
Torna su