Giovedì 02/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: studenti della scuola "Pertini" in visita all'Oasi di Alviano, l'iniziativa tende ad avvicinare i bambini all'ambiente
In occasione dell’”Anno internazionale della Biodiversità”, la direzione didattica di Narni Scalo in collaborazione con l’assessorato provinciale alle Politiche ittico-venatorie ha promosso percorsi di educazione ambientale riservati ai ragazzi delle scuole dell’infanzia e primarie con l’obiettivo di riflettere sulla biodiversità. A tale fine 150 alunni delle terze e quarte della scuola primaria “Sandro Pertini” da oggi e fino al 22 ottobre saranno in visita all’Oasi di Alviano svolgendo anche attività di laboratorio. L’iniziativa, sostenuta dall’assessore provinciale Filippo Beco, è volta a far crescere nei giovani l’educazione ambientale, “che oggi – sottolinea l’assessore - ha assunto un ruolo fondamentale anche nella qualità della vita”. “Una riflessione in campo educativo su questi temi – aggiunge la direzione didattica di Narni Scalo – acquista infatti un’importanza notevole per favorire la costruzione di percorsi di apprendimento orientati a promuovere negli studenti l’accrescimento dei saperi e delle competenze indispensabili per il pieno sviluppo della persona in tutte le sue dimensioni e per l’esercizio effettivo dei diritti di cittadinanza”. In ciascuna delle giornate programmate verrà proposta agli alunni un’esperienza di ricerca articolata in due distinti momenti: il percorso sul sentiero natura, dove con la guida di un esperto i bambini potranno conoscere direttamente le zone umide imparando a scoprire la flora e la fauna, e l’approccio con la vita al microscopio. “Particolare attenzione – fanno notare l’assessore e la direzione scolastica - sarà dedicata alla documentazione dell’attività laboratoriale presso l’Oasi di Alviano al fine di mantenere vivo lo spirito della ricerca e di valorizzare quanto di positivo si costruisce giorno dopo giorno nella scuola”.
20/10/2010 ore 14:43
Torna su