Venerdì 25/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 07:05
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni Scalo: ruba una borsa ad una bidella delle elementari, 52enne narnese arrestato e condannato a due mesi di reclusione
Si è mischiato alla folla di genitori e studenti che in quel momento gremivano l’ingresso della scuola elementare “Sandro Pertini” di Narni Scalo. Erano le 8 di mattina, il momento dell’entrata e dunque nessuno ha fatto caso a quell’individuo che si è messo a parlare lungo un corridoio con una delle bidelle chiedendole vagamente delle informazioni. Una banale scusa, che serviva a giustificare la propria presenza all’interno della scuola, ma questo lo si sarebbe capito solo qualche minuto più tardi, dopo che l’uomo, approfittando di un attimo di distrazione della stessa bidella, si è impossessato di una borsa che era stata lasciata sul tavolo di un ufficio e poi se l’è squagliata. La donna si è accorta subito della mancanza della borsa ed ha capito tutto; ha chiamato i carabinieri, che erano di pattuglia proprio dalle parti di via del Parco ed ha fornito loro una descrizione dettagliata del ladro. I militari sono risaliti in macchina e poco dopo, hanno notato l’individuo (un narnese di 52 anni già noto alle forze dell’ordine per aver commesso in passato numerosi reati contro il patrimonio) che camminava con passo spedito lungo via Tuderte. I carabinieri lo hanno fermato e messo alle strette, il malvivente ha dovuto ammettere di essere stato lui, pochi minuti prima, a rubare la borsa, che nel frattempo aveva fatto sparire, intascandosi però il portafoglio. Sarebbe stato tuttavia un furto inutile perché dentro al borsellino c’erano solo i documenti personali della derubata e niente denaro. L’uomo è stato arrestato per furto aggravato e accompagnato subito in tribunale a Terni dove è stato processato per direttissima. Il giudice lo ha condannato a due mesi e due giorni di reclusione, ma non lo ha mandato in carcere bensì gli ha concesso gli arresti domiciliari presso la sua abitazione che si trova nella immediata periferia di Narni Scalo.
13/10/2010 ore 1:35
Torna su