Mercoledì 13/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:49
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: portalettere sfortunati, due incidenti stradali nella stessa mattinata, è successo in via Tuderte e sulla Capitonese
Giornata nera per i portalettere della zona di Narni che nell’arco di una mattinata hanno subito ben due analoghi incidenti. A finire all’ospedale, a seguito delle ferite riportate nei due sinistri, sono state due dipendenti in forza al centro operativo postale di Narni Scalo, investite mentre viaggiavano a bordo degli scooter di servizio. Il primo incidente si è verificato intorno alle 11,30 in via Tuderte, proprio di fronte al centro operativo. La portalettere, una donna di 30 anni, marciava in direzione di Narni e dopo aver acceso la freccia si era posizionata al centro della carreggiata aspettando il suo turno per svoltare a sinistra ed entrare nel piazzale dove si trova il deposito. E’ stato in quel mentre che un’auto che viaggiava nella stessa direzione della portalettere ha tamponato lo scooter facendo rovinare a terra la conducente. La donna è stata immediatamente soccorsa e trasportata all’ospedale di Narni dove le è stata riscontrata la frattura di un polso oltre a numerose escoriazioni. L’altro incidente è accaduto un’ora dopo nei pressi di Capitone. Anche in questo caso la portalettere che stava consegnando la posta in zona, è stata tamponata da una vettura mentre si accingeva a svoltare in una strada laterale. Lo schianto è stato abbastanza forte e la poveretta ha riportato il classico colpo di frusta ma, per fortuna, nessuna frattura. Anche lei è stata accompagnata in ospedale per accertamenti, ma è stata dimessa poco dopo. I due incidenti portano nuovamente alla ribalta il tema della pericolosità delle strade della periferia di Narni, dove la segnaletica a volte non basta a garantire il massimo della sicurezza. Tanto più che spesso ci sono automobilisti distratti che si dimenticano dei segnali contravvenendo ai limiti di velocità.
13/4/2010 ore 1:33
Torna su