Lunedì 26/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:05
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: parlano i proprietari della pizzeria: "non c'entriamo niente con lo spaccio di droga"
"Non c'entriamo nulla con la droga. Il nostro locale è estraneo a tutto ed è bene che la gente lo sappia e che dunque torni a fidarsi di noi, a venire in negozio e ad ordinarci le pizze come ha sempre fatto". A parlare è Kasbor Abdelfattah, il marito della titolare di "Pizzabona", il locale situato in piazzale Petri, accanto al centro estetico che negli ultimi giorni è salito alla ribalta delle cronache. "E' successo - spiega Abdelfattah - che uno dei fermi delle persone coinvolte in questa vicenda sia avvenuto all'interno della nostra pizzeria in quanto ha riguardato un ragazzo che lavorava presso di noi. Da quello che sappiamo i carabinieri gli hanno trovato addosso una modesta quantità di droga e di questo dovrà risponderne alla giustizia. Ma noi cosa c'entriamo? Il ragazzo non lavora più con noi, perchè noi vogliamo svolgere con tranquillità ed onestà la nostra attività. La gente non puoi etichettarci solo per un episodio dove noi non c'entriamo assolutamente nulla". L'appello dei proprietari di "Pizzabona" è rivolto alla gente di Narni Scalo e non solo: "lavoriamo con un vasto territorio e da quando è scoppiato questo casino i nostri affari si sono azzerati. In giro si è sparsa la voce che qui dentro si spaccia, ma è assurdo, qui non è mai successo niente di strano, solo quell'episodio che ha sorpreso tantissimo anche noi. Ai nostri clienti vogliamo ribadire di darci fiducia e di continuare a venire da noi, con la stessa tranquillità di sempre".
(Foto di repertorio, presa dalla Rete)
21/3/2012 ore 17:36
Torna su