Lunedì 23/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 01:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni Scalo: l'ex teatro Open Air è in balìa di tutti, l'ordinanza del Comune non viene rispettata
Il Comune ha scritto nei giorni scorsi alla società di leasing che risulta essere la nuova proprietaria dell'ex teatro Open Air, ancora in piedi al Parco dei Pini di Narni Scalo. Oggetto della missiva l'intimazione a smontare la struttura nel più breve tempo possibile, pena l'avvio di pratiche legali che imporrebbero ai proprietari lo sgombero forzoso. Nel frattempo, però, c'è chi continua ad entrare ed uscire a proprio piacimento dall'ex teatro all'aperto, in barba alle disposizioni date tempo addietro dal comune che aveva ordinato ai vecchi proprietari di mettere in sicurezza l'intera struttura. Su facebook sono pubblicate numerose foto scattate da un gruppo di persone che recentemente sono entrate dentro all'Open Air per realizzare una sorta di book fotografico. Si vedono delle giovani modelle, sdraiate sulle poltroncine di plastica bianche e celesti dell'ex teatro e tutto intorno, fotografi e assistenti. L'assessore ai Lavori Pubblici Gianni Giombolini ammette di essere all'oscuro di questa cosa e di non avere mai autorizzato nessuno a poter entrare dentro all'Open Air, non fosse altro che per i tantissimi pericoli che quella struttura, abbandonata da anni, nasconde. Nel caso qualcuno si faccia male, la responsabilità rischia di ricadere sul comune, oltre che sulla proprietà. E non a casa proprio Giombolini a gennaio di quest'anno aveva riconosciuto la pericolosità dell'ex teatro. “Quell’impianto – aveva affermato l’assessore - rappresenta un grave pericolo per tutti, quindi al di là delle lunghe vicende che ne hanno caratterizzato la sua esistenza, quello che ci preme è fare in modo che nessuno, a differenza di quanto avviene oggi, possa più entrare all’interno della struttura, rischiando di farsi male. L’area che ospita il palco e la platea, insomma, dovrà essere chiusa in modo tale che nemmeno un cagnolino possa più accedervi”.
(Nella foto il teatro Open Air come si presentava qualche anno fa)
13/11/2013 ore 2:01
Torna su