Lunedì 14/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 21:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: sabato 5 e domenica 6 marzo al teatro comunale commedia in vernacolo dal titolo "Piuttosto che gnente"
Sabato 5, alle 21 e domenica 6 marzo, alle 17, al teatro Manini di Narni andrà in scena lo spettacolo in vernacolo narnese dal titolo: “Piuttosto che gnente”. Lo spettacolo verrà portato in scena dagli attori della compagnia Parla come magni & Gli Archibugiardi. Si tratta di una prima assoluta e gli incassi verranno devoluti a favore dell’Associazione di Narni per la Lotta Contro il Cancro.
La trama della commedia
Domenica e Concettina Lapassera, meglio conosciute come Mimi e Coco’, sono due anziane sorelle, zitelle e ricchissime. Di comune accordo decidono di donare il loro prezioso tesoro di famiglia (case, castelli, mucche, pecore, asini e tanto altro ancora) ai poverelli della parrocchia di Don Mariano. Candida, la loro unica nipote, però scopre, per caso, le intenzioni delle zie, e grazie all’aiuto di uno strampalato avvocato, decide di mettere a punto un piano diabolico per cercare di salvare il patrimonio di famiglia. Dalla realizzazione di questo piano nasceranno delle circostanze rocambolesche che scompiglieranno la consueta quiete della famiglia Lapassera. Riuscirà la signorina Candida a salvare il salvabile?
Attori e tecnici
Interpreti: Veronica Salvini, Paolo Pinelli, Raita Nunzi, Quintilio Pica, Marcello Rubini, Piero Farinelli. Scene: Luciano Vincentini e Marcello Rubini. Trucco: Giuliana Marchesini e Eleonora Sernicola. Tecnici del suono: Enrico Cimini, Federico Santini eVitulio Cianfruglia. Suggeritrice: Alida Calcioli. Assistente di scena: Luciana Piediluco. Costumi: Foscolo Ceccarani. Regia di Quintilio Pica
29/2/2016 ore 13:47
Torna su