Giovedì 02/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 14:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: rifiuti abbandonati in via della Pigna, i cittadini sono esasperati perchè in quattro mesi nessuno ha ascoltato i loro appelli
Rifiuti abbandonati nei caratteristici vicoli del centro storico. Con un assortimento degno di un rigattiere: frigoriferi, cucine economiche, bombole di gas, scope, secchi e buste di plastica, tubi di gomma, scatoloni pieni di chissà cosa, sacchi dell’immondizia e altro materiale. Una discarica, insomma e la scena che si presenta a chi si inoltra in via della Pigna, la caratteristica stradina che collega via Vittorio Emanuele con via XX Settembre, è di quelle che stonano con l’ambiente circostante. Ma il problema, per le tante famiglie che abitano in questa via e che da mesi vanno sollecitando l’intervento risolutore di qualcuno, non è soltanto di tipo “paesaggistico”, quanto di natura igienico-sanitario dal momento che tutti questi oggetti accatastati e soprattutto i sacchi contenenti rifiuti attirano animali di ogni genere. “Cani e gatti arrivano di continuo, aprono a forza di morsi ed unghiate i sacchi e poi banchettano con quanto di commestibile trovano all’interno - rivelano i cittadini di via della Pigna -. I rifiuti vengono sparsi dappertutto creando permanentemente cattivi odori ed attirando a loro volta dei topi enormi che hanno costruito le loro tane all’interno delle nostre cantine e delle mosche che ci hanno tenuto compagnia a che in pieno inverno”. I rifiuti abbandonati nella piccola piazzetta di via della Pigna apparterrebbero al titolare di un bar-ristorante il cui ingresso principale si affaccia lungo via XX Settembre. Frigoriferi, bombole e quant’altro sarebbero stati “appoggiati” sulla piazzetta con l’idea, verosimilmente, di portarli via da un momento all’altro, trattandosi di materiale guasto o non più utilizzabile. “Se così fosse – dicono gli abitanti di via della Pigna – questa roba sarebbe dovuta rimanere sotto alle nostre finestre solo qualche giorno e non quattro mesi, come in realtà è accaduto, perché questa storia va avanti dal mese di novembre e la ‘discarica’ anziché diminuire è aumentata”. E qui i cittadini raccontano il loro calvario. “Ci siamo rivolti a tutte le autorità ma nessuno ha risolto il problema. Siamo andati dai vigili urbani i quali ci hanno dirottato all’Asit; poi ci siamo rivolti all’assessore all’ambiente ed al medico sanitario e per concludere, visto che il tempo passava ed i rifiuti continuavano ad ammucchiarsi, abbiamo persino interpellato il presidente dell’assemblea territoriale di Narni Centro. Siamo stufi di vedere questa porcheria davanti alle nostre case – dicono i cittadini – a chi altro dobbiamo rivolgerci per poter vedere rispettati i nostri diritti?”. All’Asit, intanto declinano ogni responsabilità: “Conosciamo bene la situazione e abbiamo anche fatto dei sopralluoghi - spiegano – ma noi siamo abilitati a ritirare solo i sacchi contenenti i rifiuti e non certo a caricare oggetti come quelli che abbiamo visto nella piazzetta di via della Pigna. Dell’occupazione di suolo pubblico devono interessarsi i vigili urbani”.
30/3/2006 ore 5:38
Torna su