Venerdì 26/04/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 10:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: preoccupazione da parte del coordinamento donne dello Spi Cgil per un posto rimasto vacante nel consultorio
Il coordinamento donne dello Spi Cgil Amerino Narnese esprime una "forte preoccupazione" per il posto rimasto vacante nel consultorio di Amelia e Narni, a seguito del pensionamento della dottoressa Rita Squarcetti. Sulla questione interviene Fiorella Capotosti, coordinatrice delle donne Spi dell’Amerino-Narnese. "Nonostante il direttore generale ci abbia assicurato che entro un mese il posto sarà ricoperto - afferma -, ci chiediamo perché il bando non sia stato allora emesso anticipatamente. Vorremmo ricordare al direttore generale che i consultori familiari sono i pilastri di un servizio sanitario pubblico, universale e sostenibile, un servizio fondamentale per la salute della donna e svolgono un ruolo essenziale per la prevenzione e per la diagnosi precoce. I consultori hanno promosso una cultura laica sui problemi della coppia e delle donne, basti pensare alla maternità libera e consapevole, le pari opportunità, la contraccezione e l'aborto. Noi donne abbiamo creduto e continuiamo a credere, che la promozione della salute, delle donne in particolare, fosse un modo per affermare la cultura nel nostro Paese. Nell'attendere ancora un mese è un mancato rispetto nei confronti delle donne, soprattutto perché tende a colpire le fasce più deboli della nostra società. Chiediamo, dunque, - conclude Fiorella Capotosti -, al Direttore generale, di adoperarsi in modo che i consultori siano provvisti di tutte le figure e strumenti necessari a fare prevenzione e garantire la salute, nel pieno rispetto dell'articolo 32 della nostra Costituzione”.
31/1/2019 ore 12:40
Torna su