Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:54
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: orologi fermi e fontane che non funzionano, intanto si spendono migliaia di euro all'anno di manutenzione
Orologi fermi e fontane che hanno smesso da un pezzo di zampillare. Un triste spettacolo per i turisti ma anche per i cittadini che ricordano con nostalgia quando sia gli orologi che le fuìontane del centro storico funzionavano alla perfezione. “Da tempo – afferma Sergio Bruschini (Pdl) - a Narni il tempo si è fermato e l’acqua ristagna. Gli orologi pubblici sono fermi e le fontane,di piazza dei Priori, Garibaldi e quella del Moro zampillano a fasi alterne, con l’acqua che c’è dentro che è tutt’altro che limpida. Gli amministratori mi dicono che per quanto riguarda l’orologio di piazza Garibaldi non c’è più niente da fare perché sembra che non si trovino più i pezzi per poterlo riparare, mentre per quello della torre civica benché vengano stanziati in bilancio ben 3.600 euro all’anno per la sua manutenzione, è fermo anch’esso. Mi chiedo – scrive Bruschini – come sia possibile arrivare a spendere cifre di questo tipo per la manutenzione di un orologio. Non sarebbe meglio smontare i vecchi ororologi e collocarlio, essendo dei pezzi di autentico antiquariato, presso il museo cittadino affinchè tutti possano ammirarli e sostituirli con dei moderni dispositivi elettrici segnatempo che non necessitano di manutenzione? Per le fontane – aggiunge Bruschini - la situazione non è affatto chiara, in quanto l’amministrazione con un bando emesso qualche anno fa aveva previsto la rimessa in funzione degli impianti e affidato la manutenzione ad una ditta. Tuto doveva quindi funzionare a dovere, ma non è così. Dove sono i problemi? Sono di natura tecnica, amministrativa o altro? Anche in questo caso vengono spesi ogni anno 9.425 euro per la manutenzione delle fontane, ma vederle non funzionare rappresenta ancora uno spreco inutile”.
9/11/2012 ore 12:55
Torna su