Domenica 22/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:52
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: nuovi sopralluoghi presso i locali di via Garibaldi dove sorgerā la nuova "stazione" dei carabinieri
Continuano i sopralluoghi da parte dei carabinieri presso i locali di via Garibaldi dove a breve verrā allestita la stazione del centro storico. Nei giorni scorsi alcuni marescialli del settore informatico che fanno capo al comando regionale dell'Arma, hanno visitato le stanze che ospiteranno la piccola stazione. Con loro c'era anche il comandante della compagnia ed il maresciallo Tito Saveri, comandante della stazione di via Portecchia. Sui tempi relativi al trasferimento non ci sono ancora notizie certe. Sembra, tuttavia, che entro la fine dell'anno il trasloco dovrebbe essere effettuato. In via Garibaldi, nei locali di proprietā comunale, adiacenti l'ingresso del teatro, troverā posto una sorta di presidio dell'Arma, dove in orario diurno ci sarā sempre un militare pronto a ricevere i cittadini ed a raccogliere denunce. la caserma di via Portecchia, invece, verrā trasferita a Narni Scalo, all'interno della palazzina dove c'č anche il comando di stazione dei militari della frazione industriale. Anche qui sono stati numerosi fino ad oggi i sopralluoghi effettuati dai responsabili del comando regionale e provinciale dell'Arma, per verificare spazi e logistica. Si tratta di ottimizzare al massimo i locali che ci sono per renderli adeguati ad ospitare due caserme, con relativi comandanti che continueranno a sorvegliare in modo autnomo i territori di loro pertinenza. Il "caso" di narni, a livello nazionale, non č affatto unico. Anzi. In Italia sono decine le stazioni "accorpate" anni addietro, per esigenze di vario tipo e che a distanza di tempo continuano ad operare in modo autonomo e separato, sebbene convivano all'interno di una medesima struttura. Chissā, alla fine, che riunendo tutti i carabinieri (pių di venti) in un'unica palazzina, l'Arma non riesca a ottimizzare il tipo di interventi che un territorio grande ed importante come quello narnese richiede.
26/10/2012 ore 3:49
Torna su