Giovedì 09/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 17:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: non c'è stato alcun blocco dei server, lo conferma la preside del corso universitario narnese
Un pesce d'aprile spuntato fuori con qualche giorno di ritardo. Si può classificare così la notizia che abbiamo pubblicato un paio di giorni fa e relativa ad un atto vandalico compiuto da ignoti a Palazzo Sacripanti. Stando a quanto riferiscono i massimi responsabili della sede universitaria, infatti, non ci sarebbe stato nessun danno al sistema informatico della struttura. A scrivere alla nostra redazione è la Professoressa Maria Caterina Federici, Coordinatrice del Corso di Laurea in Scienze per l’investigazione e la sicurezza, la quale spiega: "In genere i 'Pesci di Aprile' si datano il 1° aprile, qui siamo dunque in ritardo di 30 giorni effettivi. In qualità di coordinatrice del C.d.L. in Scienze per l’investigazione e la sicurezza, non mi risulta assolutamente che ci sia stata effrazione e manipolazione dei computers in dotazione del nostro corso. I 'buontemponi' sono stati dunque male informati. Il Corso di laurea si avvale di competenze professionali e dell’appoggio logistico e operativo del Comune di Narni, grazie anche alla localizzazione stessa del Corso in una comunità-città accogliente a misura d’uomo, che favorisce lo sviluppo e la ricerca sui paradigmi della sicurezza. Inoltre gli studenti e i collaboratori, come si dimostrerà a breve, sono i migliori 'paladini' di questa realtà, che dimostra, nei fatti, come attraverso la cultura e la ricerca, si possa fare sviluppo locale". Insomma, le fonti dalle quali avevamo attinto la notizia (uscita anche su un importante quotidiano cartaceo) si sono rivelate inattendibili. Dall'università dicono in maniera categorica che non c'è stato alcun atto vandalico e di conseguenza nessun blocco dei server. Meglio così.
2/5/2012 ore 18:41
Torna su