Mercoledì 08/07/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:32
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Maurizio Bazzucchi (PD), difende il Comune "il piano anti-neve ha funzionato"
Sui problemi provocati dalla nevicata di venerdi scorso, interviene il consigliere comunale del Pd Marizio Bazzucchi. "La nevicata - afferma Bazzucchi - è stata oggettivamente al di sopra di ogni più pessimistica aspettativa per intensità, durata e quantità. La nostra cttà non è soggetta a far fronte a tali evenienze per la rarità temporale con cui si verificano. ll comune di Narni si estende su di una superficie maggiore di quella di Terni, con ben 19 frazioni alcune delle quali localizzate in aree disagiate per viabilità e per caratteristiche orografiche. La gestione dell'emergenza neve, da parte dell'amministrazione comunale e specificatamente Sindaco, assessorato e funzionario dei Lavori Pubblici, ha messo in rilievo sicuramente molte note positive frammiste ad innegabili disfunzioni, dovute non tanto al carente impiego di mezzi e personale che, anzi sono stati tempestivi e quantitativamente adeguati, quanto alla carenza di sale ed alla estrema difficoltà a reperirlo. Dico ciò perché a creare il disagio maggiore è stato il gelo, ovvero la neve rimasta sul fondo stradale dopo il passaggio degli spazzaneve, che con l'abbassarsi delle temperature ha costituito una lastra di ghiaccio su cui, in caso di pendenze, anche le catene fanno ben poco e contro il quale sarebbero occorse quantità di sale almeno quattro volte quella sparsa. In sintesi se è vero che è facile lamentarsi se qualcosa non va per il verso giusto, è altrettanto vero che i mezzi di informazione ci propongono continuamente situazioni gestite in modo molto peggiore, vedi Roma. "Tengo a sottolineare - ricorda Bazzucchi - che il sottoscritto da venerdì scorso è bloccato in casa per via delle strade gelate e quindi avrebbe ben motivo di lamentarsi, ma così facendo non riconoscerebbe l'impegno e l'efficace lavoro fatto in ogni caso da tutti coloro che si sono spesi in tale emergenza".
(Foto inviataci dal lettore Marco Cudini)
6/2/2012 ore 2:00
Torna su