Martedì 21/05/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:46
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Legambiente e Comune insieme per parlare delle "Greenways" dell'Umbria
Legambiente Umbria, nei giorni scorsi, ha promosso, in sinergia con Digipass e Comune di Narni, un incontro dal tema “GreenWays dell'Umbria”. Come mettere a sistema le infrastrutture fisiche e digitali, per promuovere e comunicare un percorso di sviluppo. Si è trattato di una giornata di confronto e discussione sulle "greenways" dell'Umbria. E' stata una iniziativa, a scala regionale, per fare il punto sulle varie realtà infrastrutturali in essere e in progetto, su scenari in rapida evoluzione e su opportunità digitali già utilizzate e altre potenzialmente da utilizzare. La giornata ha fatto seguito alla presentazione svoltasi precedentemente a Roma del 1° Rapporto Isnart – Legambiente su “Cicloturismo e cicloturisti in Italia”, che ha riscosso molta attenzione di stampa nazionale e specialisti, e ai dieci anni dall'incontro “GreenWays delle Gole del Nera” (Narni 18 aprile 2009) realizzato sempre in collaborazione tra Legambiente Umbria e il Comune di Narni. Molte sono state le realtà coinvolte nell'iniziativa, oltre alle migliori esperienze umbre del settore del cicloturismo e della mobilità alternativa. Si è chiesto a chi negli ultimi anni ha seguito vari progetti sul tema e iniziative di promozione della nostra regione, la possibilità di contribuire e aggiornare sulle novità della mobilità dolce. La mobilità dolce, oltre a essere una risposta attiva agli spostamenti urbani, è strettamente legata al settore turistico oltreché rilevante occasione di promozione dei valori ambientali e culturali della Regione Umbria. Siamo, inoltre, all'interno del programma delle iniziative della Primavera della Mobilità Dolce 2019 di Amodo (Alleanza Mobilità Dolce). "L'appuntamento di Narni - spiegano gli organizzatori -, è stato solo un primo momento per lanciare un circuito regionale e la possibilità di raccordo con molte direttrici interregionali, vedi la Via dell'Acqua verso Roma oltre a rilanciare ulteriormente una ciclovia nazionale, che interessa l'Umbria, come quella dell'Appennino".
26/4/2019 ore 10:29
Torna su