Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:38
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, l'assessore difende il progetto delle fioriere: sono belle e non è vero che ingombrano
Si è sentita chiamata in causa e sulla storia delle fioriere di piazza dei Priori che sbarrano il passo ai disabili intende precisare alcune cose. “Intanto non è vero che il nuovo arredo urbano che abbiamo installato di fronte al palazzo comunale non piace ai cittadini – attacca Simona Bozza, assessore ai Lavori Pubblici -. Per quello che mi riguarda, ricevo costantemente degli attestati da parte della gente che incontro, la quale si complimenta con noi per la scelta di quel tipo di fioriere e di panchine, che donano un aspetto molto gradevole alla piazza e hanno permesso di ‘liberare’ dalle automobili gli spazi intorno alla fontana, che prima era come soffocata dalle macchine”. Ma è anche sul resto delle contestazioni che i socialisti avevano mosso all’amministrazione che la Bozza dissente: “si parla di costi che il Comune dovrebbe sopportare per spostare le fioriere e le panchine ogni volta che sulla piazza c’è un evento. Ebbene, posso tranquillizzare in questo senso i cittadini perché quando abbiamo acquistato gli arredi abbiamo anche provveduto a comprare un carrello dotato di sistema idraulico, grazi al quale lo spostamento avviene in maniera estremamente agevole; e poi non è nemmeno vero che le infrastrutture vengono portate in un magazzino, piuttosto vengono spostate verso il muro, in modo che non creino ingombro per gli eventuali allestimenti”. Infine la questione, quella più importante, riguardante le lamentele mosse da molti disabili i quali affermano che da quando sulla piazza sono state installate le fioriere, per loro non c’è più posto. “Su questo argomento sono d’accordo con la mia collega Roberta Isidori, la quale ha parlato di scarso senso di civiltà che viene ogni giorno mostrato da molti automobilisti i quali, infischiandosene della segnaletica, invadono con i loro mezzi l’intera piazza, penetrando senza ritegno anche dentro al ‘perimetro’ formato dal nuovo arredo urbano. E’ una questione di educazione e di rispetto delle regole”. L’assessore, però, non dice se per far rispettare queste regole si è pensato di cominciare a fare delle multe a chi parcheggia in modo selvaggio, tra panchine e fioriere, occupando persino gli spazi destinati ai portatori di handicap.
7/11/2010 ore 6:28
Torna su