Lunedì 26/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 08:03
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il sindaco 'raddoppia' la parcella del segretario comunale, insorgono Forza Italia, Tpn e Sinistra per Narni
Il Comune di Amelia ha deciso di sostituire il segretario. Che fino ad oggi era stato lo stesso che svolgeva la medesima funzione al comune di Narni. Un segretario per due comuni, una soluzione che aveva permesso per anni ad entrambe le amministrazioni di risparmiare sulla parcella. Il nuovo sindaco di Amelia ha deciso di trovare un nuovo segretario, che si dividerà tra la cittadina amerina ed un altro comune del comprensorio. Con questa manovra Amelia, si dice, andrà a risparmiare dei quattrini. Non succederebbe così a Narni dove, al contrario, il comune, avrebbe addirittura deciso di raddoppiare la parcella del segretario, che ora lavorerà solo per la nostra amministrazione. A riferire di questi cambiamenti, che sembra costeranno ai cittadini narnesi qualcosa come 30mila euro in più all'anno, sono gli esponenti di Forza Italia, Tutti per Narni e Sinistra per Narni. “Ad aprile – affermano i tre consiglieri di minoranza -, era stata rinnovata la convenzione al segretario comunale, per un costo di circa 30mila euro, lo stesso importo pagato dal nostro comune negli anni precedenti. Giovedì, in consiglio comunale, la maggioranza, con un colpo di teatro quasi surreale e con il sindaco assente, nonostante fosse stato lui a proporre la delibera, senza nessun passaggio in commissione e senza nemmeno il vice segretario, sostituito da un consigliere, ha raddoppiato il contratto al segretario, aumentandone la parcella, passata a 60mila euro. Non è stata presentata nessuna motivazione che giustificasse la necessità di un provvedimento del genere, che grava pesantemente sulle spalle dei cittadini narnesi. Del resto Narni è quel comune che si distingue in Italia per avere, nonostante negli ultimi tempi siano diminuite le incombenze amministrative, una pianta organica composta da 5 dirigenti e 33 funzionari su un totale di circa 90 dipendenti. Tutti sappiamo che a Narni le casse comunali versano in uno stato sempre più comatoso, tanto che non ci sono i soldi nemmeno per comprare la carta igienica. Eppure sindaco e consiglieri di maggioranza sono stati capaci di approvare la delibera e di ‘trovare’ 30mila da destinare al segretario comunale. Come soluzione alternativa - secondo noi -, si poteva individuare uno dei dirigenti ed affidargli la gestione di taluni compiti che svolge il segretario, ma la nostra proposta non è piaciuta alla maggioranza. Il nostro comune avrebbe potuto risparmiare 30mila euro che potevano essere impiegati per cose più urgenti ed importanti”.
14/10/2016 ore 13:35
Torna su