Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:33
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune ufficializza l'avvio del nuovo corso di laurea su Scienza per l'investigazione e la sicurezza
L’università narnese si appresta a decollare. Il recente accordo stipulato dall’associazione che gestisce le attività universitarie a Narni con l’Università di Perugia permetterà al piccolo polo di via Mazzini di dotarsi finalmente di un corso importante e qualificato che richiamerà studenti da tutta Italia. Si tratta di una specializzazione moderna che si occupa dello studio delle Scienze per l’investigazione e la sicurezza, un settore di grande attualità che offre sbocchi importanti in funzione di una futura occupazione. “Il corso – si legge in un documento diffuso dal Comune di Narni - nasce nello spirito della facoltà di scienze della formazione che studia le diverse domande professionali e crea figure nuove ‘interattive’ rispetto al moltiplicarsi delle esigenze di una società in continua evoluzione. Il laureato, quindi, non risponde a figure tradizionali che vedono l’investigatore come ‘spia’ o come’“gendarme’ ma rappresenta l’esperto di sistemi investigativi per la sicurezza dei cittadini. E’ l’interlocutore tra le forze armate, le forze di polizia e la società civile, al servizio dello sviluppo industriale, culturale e ricreativo. Può essere impiegato nella organizzazione di grandi eventi, nell’impianto e nella sicurezza di siti industriali nelle diverse aree del pianeta; può lavorare negli aeroporti e nei centri strategici delle vie di comunicazione ; può gestire, ‘proteggere’ e mettere in sicurezza dati sensibili in imprese pubbliche e private; può operare al servizio delle grandi agenzie turistiche; può collaborare con le organizzazioni statali per la difesa, l’investigazione e la sicurezza. Il corso può costituire anche la base culturale e operativa per accedere, tramite concorso, ai ruoli delle forze armate e delle forze dell’ordine. Il laureato potrà svolgere efficacemente ed efficientemente tali compiti in quanto possiede: una adeguata conoscenza delle discipline sociologiche con particolare riferimento alle indagini investigative e allo studio delle dinamiche per la sicurezza; adeguate conoscenze delle scienze investigative e della loro applicazione sia dal punto di vista metodologico che normativo ; adeguate conoscenze linguistiche e della realtà internazionale nelle sue componenti geopolitiche; capacità di inserimento in lavori di gruppo; adeguate conoscenze delle tecnologie informatiche per la ricerca, il trattamento dei dati l’investigazione informatica, buone cognizioni per il collegamento con le discipline mediche e biologiche, anche per i rischi del bioterrorismo. Il corso – si legge ancora nella nota del Comune - tramite tirocini interni ed esterni conferenze e convegni si avvarrà del contributo dei massimi esperti del settore, garantendo così vaste possibilità di esperienza professionale e di impegno negli ambiti di competenza”. Il corso di laurea avrà sede nel prestigioso palazzo seicentesco della famiglia Sacripanti, in piazza Galeotto Marzio. Il palazzo diverrà in sostanza la sede ufficiale dell’università di Narni. La struttura è all’avanguardia per impianti, laboratori e tecnologie; accogliente nelle sale lettura come nei giardini interni, stimolante nelle molteplici iniziative scientifiche che avranno vita tra le volte dell’antico palazzo. Insomma ci sono tutti i numeri per iniziare un nuovo ciclo, quello della consacrazione, che vedrà il polo universitario narnese lanciarsi verso traguardi decisamente ambiziosi.
7/6/2006 ore 18:31
Torna su