Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:36
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Comune dichiara guerra a commercianti e imprenditori che, facendo finta di ignorare le leggi, evadono l'imposta pubblicitaria sulle insegne
Insegne pubblicitarie irregolari. Secondo una stima dell'Ufficio Tecnico del Comune ce ne sarebbero tante in tutto il territorio. Qualche esercente o imprenditore agirebbe in buona fede, non rispettano le normative previste dai regolamenti, altri lo farebbero invece di proposito. Il Comune di Narni, proprio per mettere a posto una volta per tutte questo settore, ha deciso di intervenire. "Ci rendiamo conto – dicono in Comune - che esiste una grande confusione circa l'interpretazione della normativa in materia di installazione di insegne e altri mezzi pubblicitari, nonché del loro mantenimento in esercizio, ma questo non può giustificare i comportamenti errati tenuti da molti titolari di attività commerciali. Chiarito che non è sufficiente il solo pagamento della tassa di pubblicità con cadenza annuale e che per i centri abitati occorre, altresì, ottenere la specifica autorizzazione alla installazione di insegne e altri mezzi pubblicitari rilasciata dal Comune di Narni, previo nulla osta dell'Ente proprietario della strada ex art. 23 e ss. D.Lgs. 285/92 e Reg. di esecuzione, è opportuno ricordare che al di fuori dei centri abitati la predetta autorizzazione viene rilasciata direttamente dall'Ente proprietario della strada, salvo i casi in cui è necessario il conseguimento della ulteriore autorizzazione per opere edilizie da parte del Comune". Il Comune invita dunque i possessori di impianti pubblicitari di qualsiasi tipo a verificare la conformità della propria posizione alle norme previste e, in caso di esito negativo, a compiere quanto necessario alla regolarizzazione entro il 30 settembre. Dal 1 ottobre in poi il Comune inizierà ad effettuare controlli al fine di accertare e sanzionare le eventuali violazioni.



11/9/2007 ore 13:39
Torna su