Venerdì 14/08/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 19:07
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il broker "scomparso" atteso in Procura per un interrogatorio, disperazione fra i risparmiatori che hanno visto andare in fumo i propri soldi
Sta collaborando. La conferma giunge direttamente dagli ambienti investigativi che stanno seguendo passo per passo la vicenda del promotore finanziario di Narni Scalo sparito con i soldi dei suoi clienti. L’uomo sarebbe stato avvistato in Procura, scortato dalle forze dell’ordine e dai suoi legali. In effetti sarebbe stato proprio lui, spontaneamente, a chiedere di collaborare raccontando la sua storia. Attorno al broker al momento sembra essere calata come una cortina di ferro, forse un segno di difesa. Tutto resta chiuso nel massimo riserbo, tutti sembrano conoscerlo, ma nessuno sembra sapere nulla. E’ probabile che il promotore finanziario tema qualcosa o qualcuno, forse ha paura. Lui stesso ha fatto scattare la macchina investigativa inviando un sms ai clienti che aveva raggirato, un breve messaggino per scusarsi del fatto che i loro soldi, tutti quei risparmi che gli avevano affidato, in realtà non c’erano più. Subito dopo che la vicenda è emersa con forza ed è diventata pubblica da tutta la zona del Narnese sono cominciate a giungere le denunce. Si calcola che almeno una cinquantina di persone si siano recate in caserma e alla polizia raccontando i fatti, qualcuno mostrando perfino i documenti, le ricevute rilasciate con tanto di carta intestata dell’agenzia per la quale lavorava il broker. Dunque si sta davvero allargando a macchia d’olio il giro di affari messo in campo dal promotore finanziario, un giro che per il momento supererebbe di parecchio il milione e mezzo di euro, forse anche destinato a crescere ulteriormente, soldi che il broker avrebbe fatto sparire, probabilmente per qualche enorme investimento. Ma quantificare con esattezza cifre e movimenti per adesso è impossibile proprio perché le denunce in queste ore continuano a giungere e in più posti diversi, tra polizia e carabinieri nell’arco di un territorio compreso tra Narni, Vigne di Narni, Guadamello, luogo, quest’ultimo, dove il broker viveva fino a qualche tempo fa. La sua famiglia d’origine possiede ancora un’attività proprio a Guadamello. Quarantacinque anni, sposato e padre di un bambino, viene descritto da chi lo conosce come una persona normalissima, con un lavoro e con la passione per la politica dove si era anche impegnato attivamente. Resta quindi da capire che fine abbiano fatto i soldi che gli erano stati affidati dai suoi clienti. E’ invece certo che adesso il 45enne si trova in un luogo sicuro, noto solo alle forze dell’ordine. Le denunce giunte hanno reso possibile l’avvio ufficiale delle indagini. Il broker sarà interrogato nelle prossime ore.
17/6/2009 ore 11:48
Torna su