Lunedì 26/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 06:11
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: il Beata Lucia affitta i suoi terreni per realizzare una centrale a biomasse
Il bando è stato pubblicato: l’Azienda Pubblica di Servizi alla Persona “Beata Lucia” di Narni, nell’intento di valorizzare il patrimonio immobiliare, ha deciso di affittare i propri terreni, circa 157 ettari situati nei comuni di Narni e di Sangemini, a supporto di una centrale a biomasse che produrrà un megawatt di energia elettrica. Il bando, con il quale è stata indetta un’asta pubblica, prevede anche la vendita di un piccolo appezzamento di terreno atto a contenere l’impianto della centrale. “I ricavi – spiega il presidente del Beata Lucia, Carlo Capotosti -, saranno destinati all’acquisto di nuovi immobili funzionali alla mission dell’Ente”. L’affitto del terreno, che sarà dato in gestione alla società aggiudicataria per quindici anni, permetterà al "Beata Lucia" di finanziare la gestione ordinaria dell’Ente, che, va ricordato, è sempre quella di assistenza di chi si trova nelle necessità. La base d’asta proposta realizzerebbe già un aumento del 40% delle rendite fondiarie dell’azienda. Altro motivo d’interesse per il "Beata Lucia" è la collaborazione alla produzione di energia ecologica, senza impatti, senza immissioni nocive in atmosfera. Per questo il "Beata Lucia" richiede il rispetto di ogni norma prevista dai regolamenti del Comune di Narni, attivando anche una sorta di collaborazione con il Centro di Ricerca sulle Biomasse, Crb, dell'Università di Perugia, coordinato dal professor Franco Cotana. rimanda al sito dell’Azienda.
17/2/2012 ore 12:57
Torna su