Mercoledì 23/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 05:45
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: grande festa per la riapertura del Minareto, da oggi il nuovo complesso turistico si chiamerà "Il Chiostro"
Il Minareto ha riaperto i battenti. L’ex convento, trasformato da alcuni decenni in complesso turistico, si trova in cima ad un colle dal quale si domina la Conca Ternana, e da alcuni anni era rimasto chiuso a seguito di gestioni sfortunate. A ridare splendore ad uno dei luoghi più caratteristici di Narni ci ha pensato il cavalier Costante Brugnoli, un imprenditore romano proprietario già in passato del celebre ristorante “Le Fantasie di Trastevere”. Brugnoli, che abita a Canepina in provincia di Viterbo, è arrivato a Narni un paio di anni fa e si è incontrato con Santino Romani, proprietario del Minareto e di una vasta area circostante. L’intesa è stata immediata ed in un battibaleno i due si sono accordati. C’è voluto un anno per ridare lustro a tutto il complesso ma oggi il Minareto si presenta in tutto il suo splendore e quando scende la notte la sua figura si staglia da lontano grazie al potente sistema di illuminazione fatto installare dai proprietari. La struttura si nota da lontano anche di giorno per le sue caratteristiche e per l’inconfondibile stile architettonico. All’origine, come detto, era un convento fondato nel 1603 da Frate Girolamo Mautini in onore di Sant’Antonio da Padova e pare che a spingere i frati a costruirlo in quel punto fosse stata la facilità con la quale si poteva attingere l’acqua dall’antico acquedotto della Formina che passa lì accanto. Fu il Vescovo di Narni, Raimondo Castelli, a consacrare la chiesa del convento, ancora oggi esistente, nel 1663. Oggi il Chiostro, questo il nome dato alla struttura, conta nuove sale ristorante e presto inaugurerà anche le nuove camere. Il giardino è stato ristrutturato e presto inizieranno i lavori per la realizzazione di una grande piscina. In futuro si parla anche di una “Beauty-Farm” da realizzare all’interno del parco secolare che si estende sino ai piedi della Rocca dell’Albornoz.
(Nella foto il Cavalier Costante Brugnoli è il primo da sinistra)
19/4/2005 ore 15:15
Torna su