Venerdì 23/08/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 11:56
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: falsifica il certificato di revisione di un'auto, 38enne denunciato dai carabinieri
Una revisione mai fatta. Ma "certificata" da una dichiarazione scritta, falsificata. Un reato questo molto grave, che il codice penale ascrive nel capitolo che fa capo alle truffe. Protagonista di questo episodio è un 38enne, pregiudicato, residente a Terni. L'uomo è stato denunciato dai carabinieri della stazione di Narni per truffa aggravata. Stando a quanto riferito dal comando provinciale dell'Arma, tutto è cominciato da un normale controllo stradale eseguito da una pattuglia dei militari narnesi. Questi hanno fermato una donna di 36 anni, residente in città, che era alla guida di una Kia. Come da prassi le hanno chiesto patente e carta di circolazione ed è stato controllando il libretto della macchina che i carabinieri si sono accorti che c'era qualcosa di "strano". L'età dell'auto, infatti, era tale che il mezzo doveva per forza essere stato revisionato. In effetti allegata al libretto c'era una dichiarazione che certificava l'avvenuta revisione avvenuta presso un'officina di Terni. Ma la cosa non ha convinto i militari che hanno voluto approfondire la questione. Così, dopo una serie di verifiche, espletate sulla certificazione di avvenuta revisione relativa alla Kia della signora narnese, hanno accertato che il documento era stato falsificato, con tanto di firma, dal 38enne ternano, che, si è scoperto poi, è il responsabile tecnico di un'officina di Terni, la stessa dove la donna era andata per revisionare la propria autovettura. Nei suoi confronti è scattata la denuncia per truffa aggravata, mentre la signora, ignara di tutto, dovrà ovviamente ripetere la revisione. Questa volta presso un'officina che non le riserve brutte sorprese come quella che ha avuto quando i carabinieri l'hanno informata dell'accaduto.
23/1/2015 ore 12:42
Torna su