Sabato 27/05/2017
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 23:23
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: Eugenio Raspi diventa scrittore, il suo libro "Inox" subito notato dalla "Baldini & Castoldi"
Eugenio Raspi, cinquantenne narnese molto conosciuto in città, ha scritto un libro che si sta facendo apprezzare a livello nazionale. Si intitola "Inox" ed ha suscitato l'interesse anche di Concita De Gregorio, giornalista di punta de La Repubblica ed ex direttore de' L'Unità. L'uscita in libreria di questa prima opera di Raspi è prevista per il 18 maggio. "Il libro da me scritto - rivela non senza una giustificata soddisfazione Eugenio -, ha già ricevuto le attenzioni del Premio Letterario Calvino di Torino ed è stato scelto dalla Baldini & Castoldi per essere inserito nella sua collana 'Romanzi e Racconti'. Dietro a questo libro c'è una storia personale legata alla più grande fabbrica di Terni, che ha catturato l'attenzione di Concita De Gregorio, ma non solo".
LA RECENSIONE DI "BALDINI & CASTOLDI"
Terni. Stabilimento della Acciai Speciali. Un incidente ai forni, con involontari protagonisti il caposquadra e un addetto alle movimentazioni. Sotto accusa un operaio di linea ed il manovratore della gru. Il primo rimane al suo posto in sala controllo, mentre il secondo, dopo essere stato retrocesso a un compito marginale, medita vendetta, cercando di truffare l’azienda per compensare il torto subìto. Nel frattempo, la dirigenza si appresta a cedere il controllo dello stabilimento a un altro gruppo straniero e ognuno, nella squadra di lavoro reagisce secondo indole e necessità familiari, nella fosca prospettiva di restare senza lavoro. La situazione diventa preludio a conflitti e scioperi che indeboliscono e sfilacciano i sindacati, con scontri tra operai e poliziotti durante una manifestazione. Con voce duttile e originale, Raspi sta dentro i fatti con rigore e semplicità, restituendo emozioni e senso del reale, testimone vigoroso dei tempi nostri.
EUGENIO RASPI
Nasce a Narni nel 1967. Ha lavorato per oltre vent’anni all’interno dell’Acciai Speciali di Terni, azienda del gruppo ThyssenKrupp, fino al licenziamento, avvenuto utilizzando l’Art 18. Seppur ritenuto illegittimo non è scattato il reintegro. Di lì la decisione di raccontare la fabbrica e le sue dinamiche interne. Con questo suo primo romanzo è stato finalista al Premio Calvino 2016.
16/5/2017 ore 20:19
Torna su