Giovedì 24/10/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 00:12
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: esche "rodenticide" per eliminare i topi che infestano il centro storico e le frazioni
Il Comune è impegnato a fronteggiare l'emergenza topi che si sta registrando con una certa preoccupazione negli ultimi tempi. In modo particolare nel centro storico, anche se la presenza di colonie di roditori viene segnalata anche a Narni Scalo e nelle altre frazioni. Il Comune ha affidato a una ditta specializzata l'intervento di derattizzazione che, invero, è cominciato da diverse settimane. "In Italia - spiegano gli incaricati - le specie che potenzialmente costituiscono un problema igienico-sanitario sono il rattus norvegicus, il rattus rattus e il mus musculus. Oltre ai danni economici causati da questi roditori, legati alla costruzione del nido e alla ricerca del cibo, sono da evidenziare i rischi di tipo sanitario, legati alla possibilità di trasmissione di malattie direttamente attraverso la contaminazione di alimenti o attraverso pulci,zecche o acari parassiti dei ratti". Dalla ditta che sta effettuando il servizio di derattizzazione nel centro storico viene spiegato che le fasi seguite per ottenere dei risultati efficaci prevedono un’attenta ispezione al luogo da trattare, un’idonea sanificazione dell’ambiente, l’impiego di esche rodenticide, di trappole e di altre misure di controllo". "La nostra azienda - spiegano - impiega tecnici qualificati in grado di svolgere con competenza queste fasi nel totale rispetto della disciplina vigente. Il servizio di derattizzazione è svolto nel rispetto del piano di lotta concordato, utilizzando strumenti e metodi di lotta adeguati all’infestazione e al contesto in cui si opera. A seconda di ciò è possibile impiegare sia esche rodenticide, con all’interno veleni ad azione cumulativa, sia trappole per la cattura, sia postazioni ecologiche (prive di veleni). Il posizionamento delle esche rodenticide viene fatto da tecnici specializzati che, sulla base delle informazioni raccolte, dell’entità dell’infestazione e dell’ambiente da trattare, individuano i luoghi idonei per il loro posizionamento. La posizione delle esche è tanto più efficace quanto più riflette le abitudini dei soggetti da colpire e va comunque fatta nel rispetto delle normative vigenti in caso di ambienti in cui vengono preparate, somministrate o immagazzinate delle derrate alimentari".
18/10/2013 ore 2:00
Torna su