Domenica 29/03/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:02
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: degrado ai giardini di San Bernardo, un pessimo spettacolo per chi visita i sotterranei
In passato su Narnionline ci siamo occupati più di una volta del degrado in cui sono incappati spesso i giardini di San Bernardo. Si tratta di un luogo molto frequentato dai cittadini narnesi, ma, vista la vicinanza con luoghi di interesse, anche da gente di fuori. Stavolta riprendiamo lo sfogo di una cittadina, che è poi una mamma che frequenta i giardini con i propri figli. La signora ha postato su Facebook alcune foto che mostrano il grave stato di degrado in cui versa la fontana situata all'interno dei giardinetti. "E' 'attappata' da almeno dieci giorni - scrive -. Per non parlare dei cestini perennemente colmi di rifiuti. Oltre a non piacere a noi di Narni, questa cosa va sotto agli occhi di centinaia di forestieri e non credo che come città ci facciamo una bella figura". La signora ha ragione. La fontana, ma anche i cestini portarifiuti, si trovano a pochi metri dall'ingresso per Narni Sotterranea e quindi è impossibile non vedere queste brutture. Ed oggi inizia anche la festa, quindi questi spazi saranno ancora di più frequentati. Sono anni che questo tipo di problema ai giardini di San Girolamo si ripete; possibile che in comune non siano in grado di monitorare quotidianamente la situazione e fare in modo che la fontana funzioni, che nulla vi galleggi e che i cestini vengano svuotati più volte al giorno? Va altresi stigmatizzato il comportamento di quella parte di cittadini incivili, che, ahimè, non mancano mai. Parliamo di quelli che buttano ogni tipo di rifiuto dentro alla fontana o gettano a terra cartacce e bottiglie di plastica. Su questo versante c'è poco da fare, perchè il senso civico e la buona educazione non sono cose che si comprano. Altrimenti le avremmo già 'regalate' a questi signori.
21/4/2016 ore 3:55
Torna su