Venerdì 20/09/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 02:37
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: centinaia di matricole alla prova di ingresso per il corso universitario, in 20 sono arrivati addirittura dalla Sicilia
Sono arrivati anche da regioni lontane. Segno che il corso ha ormai preso piede ed offre garanzie a quegli studenti, non necessariamente giovanissimi, che vogliono conquistarsi una laurea "alternativa". Alla prova di ingresso facoltativa organizzata nella mattinata di ieri presso la sede del Corso di laurea su Scienze dell'Investigazione e della Sicurezza in piazza Marzio a Narni, si sono presentati 259 studenti, provenienti, come detto, da 15 regioni. Moltissimi dal Lazio (86) ma anche dalla Sicilia (20) e da altre regioni del centro nord. Sulla eterogenea provenienza degli studenti la professoressa Stefania Magliani, la direttrice del corso di laurea, spiega che "Ci sono molti siciliani perché in quella regione è particolarmente avvertito il tema della sicurezza, ma anche perchè un grosso quotidiano locale ha dedicato ampi spazi al nostro nuovo corso, facendoci indirettamente pubblicità". La Magliani aggiunge anche che "quello che ci fa piacere è che molti studenti vengano dal nord, un dato questo – spiega – che per il nostro ateneo rappresenta una novità in quanto tradizionalmente la tendenza dei giovani di quelle regioni è sempre stata volta a frequentare gli atenei del nord". Ma la direttrice ricorda anche che "a margine dei 259 studenti che hanno voluto sostenere la prova facoltativa di orientamento, ci sono una settantina di altri che ci hanno inviato delle mail per chiedere di poter essere 'esonerati' dalla prova, in quanto abitanti in regioni lontane, come Veneto, Trentino, Puglia, Calabria e Sicilia". Insomma a leggere i numeri potrebbe sembrare che rispetto ai 430 iscritti dello scorso anno, ci sia stato un leggero calo, sebbene poter contare su un numero che sfiora le 350 matricole rappresenti un successo. "I dati sono solo approssimativi – spiega la direttrice Magliani – per avere un quadro definitivo bisognerà aspettare dicembre".
15/9/2007 ore 4:48
Torna su