Domenica 17/11/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 18:28
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni, Bruschini (FI) boccia De Rebotti: "sindaco incapace, con lui la città si è fermata"
Fine anno, tempo di bilanci. Sergio Bruschini, capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale, fa il suo. Bocciando clamorosamente la giunta De Rebotti. Il giudizio di Bruschini sull’operato del sindaco di Narni è da “matita blù”. “E’ stato un fallimento su tutta la linea – attacca – . L’ospedale unico è ormai una ‘chimera’ e della famosa prima pietra che si sarebbe dovuta porre già da anni si sono ormai perse le tracce. L’università è ‘monca’ di quella parte importante che riguarda il completamento del corso di laurea che non accenna ad essere istituito nella nostra città. Il problema della sicurezza nel centro storico doveva essere risolto con l’installazione di nuove telecamere che nessuno ha mai visto. Si parla da anni della realizzazione dell’impianto di risalita che va dal Suffragio fino al centro storico, ma l’opera è ferma e nessuno dell’amministrazione comunale ci spiega il perchè. Il centro si svuota, i servizi vengono portati via, il commercio langue e l’ospedale perde i pezzi. I grandi lavori che avrebbero dovuto cambiare volto al parcheggio del Suffragio (Puc 2), non hanno mai avuto inizio perché, sembra, non si trovano i partner privati ed ora siamo arrivati al punto che c’è il serio rischio che i finanziamenti pubblici vengano dirottati su altre opere lontano da Narni”. Bruschini parla poi delle manutenzioni ordinarie e cita “le strade colabrodo”, “il verde pubblico lasciato nel degrado” e “lo scarso decoro che c’è in città”. “Siamo una città ripiegata su se stessa – conclude amaramente Bruschini -. Questa è la verità, altro che piangersi continuamente addosso e dare la colpa al Governo che non manda i soldi o alla crisi. E’ vero, la crisi c’è, ma ai nostri amministratori manca la capacità di saper fare le cose, anche quelle più piccole, con il denaro che si ha a disposizione”.
30/12/2013 ore 2:50
Torna su