Sabato 14/12/2019
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 13:27
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
Narni: auto abbandonate sul territorio, tutti le vedono, nessuno ordina di toglierle
Abbandonate. Spesso in mezzo alla campagna, in altri casi nei boschi o nei pressi di zone industriali. Sono vecchie automobili, quasi sempre prive di targa, che i prorprietari o chi per loro hanno abbandonato da anni sul territorio. Facendo dei controlli ne abbiamo contate almeno una ventina; un pō dappertutto: dalla zona di Sabbione alle campagne a sud di Narni. Si tratta di un fenomeno che in passato il Corpo Forestale ha cercato di contrastare, intervenendo a termini di legge. Ma gli abbandoni sono continuati in modo indiscriminato e la mappa delle carcasse lasciate a marcire si allarga sempre di pių. In strada di Fornacchione, lungo la provinciale Calvese all'altezza della localitā Scacciapensieri, all'interno di una rigogliosa boscaglia fa bella mostra di se la carcassa di una vecchissima Fiat 128 di colore verde. A pochi metri di distanza c'č una grossa baracca in ferro e cemento, anche questa abbandonata da anni. Altre due auto abbandonate si trovano nei pressi di alcuni capannoni industriali in strada dei Confini, mentre una vecchia Renault 5 ed una roulotte, entrambe senza targa vengono segnalate a Narni Scalo. Seminascosta sotto a un vecchio capanno, nei pressi di Guadamello, c'č la carcassa di una Fiat 500. A Testaccio, nell'area dove č stato installato il cassone per la raccolta dei materiali ferrosi, c'č una vecchio Fiat Uno, priva di molte sue part ed abbandonata da tempo. Altre carcasse vengono segnalate in vari posti. Si parla sempre di autovetture quasi tutte prive di targa, che sono state abbandonate da tempo dai loro proprietari. La legge punisce in modo severo l'abbandono di automobili, in quanto nel tempo queste carcasse danno luogo a processi di inquinamento ambientali ritenuti assai dannosi per l'ecosistema. Le parti metalliche di ogni automobile si deteriorano e con le piogge e altri agenti atmosferici rilasciano sul terreno il "percolato" che č spesso origine dell'inquinamento di falde acquifere o di corsi d'acqua. Per non parlare del motore e di tutte le altre parti meccaniche all'interno delle quali anche dopo decenni rimangono olii, acidi e lubrificanti di varia natura, tutti altamente inquinanti. Nei confronti di chi abbandona queste vecchie auto, ci vorrebbe il pugno veramente duro da parte degli amminsitratori comunali. Risalire ai proprietari e applicare le sanzioni previste dalla legge č il minimo che si dovrebbe fare. E se dei proprietari non si trova traccia, si chiamino a rispondere i proprietari dei terreni dove ha avuto luogo l'abbandono.
6/8/2013 ore 1:15
Torna su