Venerdì 25/09/2020
Home     Cronaca    Attualità    Politica    Economia    Comprensorio    Corsa all'anello
Ore 04:53
Ambiente    Sport    Cultura    Turismo    Musica    Costume    Sondaggi    Video     Eventi
<
Narni: 86enne litiga con un funzionario in comune, butta all'aria una scrivania e alla fine viene arrestato
Un uomo di 86 anni, residente a San Liberato, è stato arrestato ieri mattina negli uffici del comune di Narni per essersi reso protagonista di un episodio alquanto singolare. L’anziano si è recato presso uno degli uffici del palazzo di Città pare per discutere una pratica relativa ad un contenzioso che si trascinerebbe da anni. L’uomo è stato ricevuto da un funzionario e tra i due è iniziato un normale dialogo; che è però durato pochissimo in quanto l’uomo avrebbe ben presto iniziato ad alzare il tono della voce pretendendo di avere ragione riguardo all’argomento per il quale si trovava in quella stanza e dunque, a parer suo, il Comune era dalla parte del torto. I toni sono saliti e da un normale colloquio si è passati così ad un diverbio vero e proprio. L’anziano ad un certo punto avrebbe perso il lume della ragione, dando in escandescenze, devastando una scrivania e lanciando improperi a chiunque gli si parasse davanti. Sono intervenuti gli agenti della polizia municipale chiamati dal funzionario e da altri impiegati che avevano udito le urla dell’86enne; ma nemmeno alla vista dei vigili che hanno tentato di calmarlo, l’uomo si è placato, tanto che si è reso necessario un intervento energico da parte degli stessi agenti che sono stati costretti a bloccare l’uomo e ad arrestarlo. L’anziano è stato dapprima condotto in caserma, poi, una volta ottenuto il via da parte del magistrato, è stato condotto dinanzi al giudice del tribunale di Terni che lo ha giudicato per direttissima nel pomeriggio di ieri. Il magistrato ha condannato l’anziano a quattro mesi di reclusione, ma data la sua età ha deciso di rimetterlo in libertà concedendogli la sospensione della pena.
17/9/2011 ore 0:59
Torna su